Serie A: Bologna Inter 1-1 , si ferma la striscia vincente dei nerazzurri

Il pareggio arriva dopo un fallo fortuito, Icardi non sbaglia. Eder: "Campo difficile, ma 2 punti persi". Donadoni "gara di qualità, rigore non c'era"

Bologna e Inter 1-1 nel primo anticipo della quinta giornata di serie A. La squadra di Donadoni ha disputato un ottimo primo tempo, sfiorando più volte il vantaggio fino alla splendida e meritata rete di Verdi al 32', una sventola da 25 metri su cui Handanovic non ha potuto nulla. Nella ripresa, Spalletti ha inserito Eder al posto di Joao Mario e l'Inter ha preso le redini del gioco ma senza creare grossi pericoli per Miranda. Al 30', Eder viene atterrato in area e, dopo un controllo con la Var, l'arbitro ha concesso il rigore trasformato da Icardi, al sesto centro in campionato. L'Inter passerà almeno 24 ore da sola in testa, con 13 punti.

Eder, Bologna campo difficile ma 2 punti persi - "Su questi campi è sempre difficile, il Bologna ha messo in difficoltà il Napoli per 70 minuti, ma noi siamo l'Inter e questi sono due punti persi. Dovevamo vincere, ma quando non si vince è importante non perdere". Eder ha espresso ai microfoni di 'Serie A Live' il rammarico per l'1-1 che interrompe la strisce vincente dei nerazzurri. "Dovevamo partire meglio anche se nel secondo tempo abbiamo fatto bene. Juventus e Napoli hanno qualcosa in più? Non lo so, noi dobbiamo guardare il nostro obiettivo - ha aggiunto l'attaccante - che è quello della Champions. Dobbiamo dare il massimo per questo". Quanto al rigore conquistato "sì, quando è passato mi ha toccato sulla caviglia, era rigore".

Donadoni: "gara di qualità,rigore non c'era"  - "I ragazzi hanno fatto una gara di grande qualità e di grande intensità. Dal punto di vista del risultato ci sentiamo 'derubati' ma questa è la strada giusta e se interpreteremo le gare così arriveranno i tre punti". Roberto Donadoni, ai microfoni di 'Serie A Live', non nasconde il rammarico per non aver trovato la vittoria contro l'Inter, nonostante il vantaggio del Bologna con il gol di Verdi. "Siamo stati superiori all'Inter che è una grandissima squadra, li abbiamo costretti a difendersi perché siamo stati molto aggressivi. Sono soddisfatto della prova dei ragazzi, anche perché contro avversari di questo tipo è importante per squadre come la nostra avere tutti a disposizione e noi avevamo Destro e Palacio con qualche problema - ha aggiunto l'allenatore - Maietta anche e quindi diventa importante chi subentra e oggi tutti hanno fatto un match incredibile: l'unica amarezza è non aver conquistato i tre punti". Sul rigore fischiato ad Eder Donadoni è stato polemico: "Mi auguro che queste circostanze capiteranno anche noi contro la Juve, la Roma, il Milan, il Napoli o le altre grandi squadre. Perché a parti invertite mi viene sempre il dubbio, se dovesse capitarci a noi devono darcelo. Non esistono rigori per sfortuna, all'inizio dell'azione Mbaye viene sbilanciato, poi cade, la palla stava andando da un'altra parte e dare un rigore così mi sembra ingiusto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA