• Champions League, Real Bayern 4-2, tripletta di Cristiano Ronaldo, in semifinale anche l'Atletico

Champions League, Real Bayern 4-2, tripletta di Cristiano Ronaldo, in semifinale anche l'Atletico

Bavaresi avanti con un rigore di Lewandowski, pareggio di Ronaldo e clamoroso autogol delle merengues. Espulso Vidal all'84'. A Leicester finisce 1-1 con i gol di Niguez e Vardy

E' stata una serata targata Madrid quella del ritorno delle prime due sfide dei quarti di finale di Champions. Atletico e Real sono di nuovo in semifinale, nel caso delle 'merengue' per il settimo anno consecutivo. Ma mentre la squadra di Simeone è passata concedendo poco o nulla al Leicester (FOTO), la cui favola è finita anche a livello continentale, sul successo del Real c'è l'ombra di alcune decisioni arbitrali che hanno falsato la partita, costringendo alcuni 'media' spagnoli, come quelli di Barcellona, a scrivere di autentico scandalo. Per non parlare di quelli tedeschi, anche se la 'Bild' online titola "Maledetto Cristiano Ronaldo" riferendosi non tanto ai due gol segnati dall'asso portoghese (con la tripletta di oggi arrivato a quota 100 in Champions) in palese fuorigioco, quanto al fatto che ogni volta che incontra il Bayern gli fa male. Ma l'arbitro Kassai ha sbagliato anche quando, al 39' st, ha espulso Vidal per doppia ammonizione, sventolando il secondo giallo al cileno per un fallo che non è apparso così netto. (FOTO)

LA CRONACA / E' stato quindi un successo raggiunto dal Real a fatica nonostante il 4-2 finale, e in cui certi 'aiutini' sono stati fondamentali. Se sia stato il 'miedo scenico' del Bernabeu o semplicemente una serata di pessima forma da parte di Kassai, cercheranno di capirlo i responsabili arbitrali dell'Uefa, intanto bisogna sottolineare che la sua impresa il Bayern l'aveva compiuta, come aveva promesso Ancelotti alla vigilia. Nei tempi regolamentari, fino all'espulsione di Vidal (che ha costretto Ancelotti a sostituire Lewandowski per mettere dentro il jolly Kimmich) e al riacutizzarsi dei problemi fisici che hanno condizionato Hummels, in campo aveva chiaramente giocato meglio il Bayern, padrone del campo nella ripresa, e dopo i tempi regolamentari il risultato era stato di 2-1 per i tedeschi, stesso risultato che all'andata aveva favorito i madrileni campioni in carica. Nei supplementari il gol in fuorigioco di Ronaldo ha chiuso la partita, complice il venir meno della forza fisica e lo scoramento dei biancorossi bavaresi. CR7 avrà pure segnato la sua tripletta, ma questa volta non farà la gioia di tutti gli amanti del calcio. Poco importa alla tifoseria 'merengue', anche questa volta molto calda, mentre nell'intervallo dei 90' regolari quelli del Bayern se l'erano vista con la polizia della capitale spagnola che aveva tenuto a bada alcuni di loro a colpi di manganello. Ma le 'botte' peggiori ai supporter bavaresi probabilmente oggi le ha date l'arbitro.

I GOL

Al 112' il Real blinda la qualificazione con un contropiede finalizato da Asensio

Al 110'  fulminante contropiede di Marcelo che passa a Ronaldo che segna la tripletta

Al 105' gol di Ronaldo in evidente posizione di fuorigioco

Bayern Monaco in 10 dall'84' per l'espulsione di Vidal (doppia ammonizione). Ancelotti corre ai ripari e sostituisce Lewandoski con Kimmich

Clamoroso autogol del Real Madrid. Bayern ancora avanti al 78'

Cristiano Ronaldo pareggia con un gran colpo di testa al 76'

Vardy al 61' pareggia per il Leicester

Lewandowski su rigore, Bayern avanti  a Madrid al 53'. Penalty per un fallo di Casemiro su Robben

Atletico avanti a Leicester, sblocca Niguez al 26'

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA