Panama Papers: Seedorf, nessun coinvolgimento

La portavoce dell'ex milanista, è stato solo cattivo giornalismo

 "Non c'è un link diretto tra Seedorf e la rivendita di contratti, né un suo coinvolgimento con questo presunto scandalo". Attraverso una dichiarazione all'Ansa della sua portavoce Deborah Martin, l'ex campione e tecnico del Milan Clarence Seedorf chiarisce la sua posizione sulla vicenda Panama Papers.
    "Penso - spiega Martin - sia semplicemente una questione di cattivo giornalismo e sensazionalismo, in contrapposizione a un giornalismo responsabile. È stato pubblicato un articolo dove si "suggeriva" un coinvolgimento di Seedorf. Alcuni l'hanno riportato, altri hanno indagato più a fondo scoprendo che non c'è un link diretto tra Seedorf e la rivendita di contratti né un suo coinvolgimento con questo presunto scandalo. Iwan Postel, la persona che aveva gestito questi accordi e fatto i contratti, ha rilasciato delle dichiarazioni dicendo che Seedorf non è coinvolto in alcun modo. Ma essendo Seedorf un nome famoso, è stato fatto un tentativo di costruirci una falsa storia sopra, che ora è stata contraddetta".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA