Cristiano Ronaldo si chiarisce con suoi compagni

Asso del Real Madrid: 'Mai li offenderei, non penso di essere il migliore'

Chiarimento nello spogliatoio del Real Madrid tra Cristiano Ronaldo (che sabato dopo il ko nel derby con l'Atletico Madrid in zona aveva prima detto 'Se tutti fossero al mio livello saremmo primi', poi ha fatto marcia indietro dicendo di essere stato male interpretato) e i suoi compagni di squadra. Il portoghese, anche con i compagni di squadra - come scrive 'As' nell'edizione online - ha sostenuto di essere stato male interpretato e che mai avrebbe disprezzato nessun compagno di squadra.

Ronaldo, ha ribadito quanto aveva già detto ad As sabato sera quando ha chiarito le sue frasi sottolineando di ''essere stato male interpretato. Non stavo dicendo che sono migliore di altri. Mi riferivo alla parte fisica e agli infortuni. Abbiamo avuto infortuni importanti in squadra come quelli di Pepe, Bale, Benzema, Marcelo. E questo ci ha danneggiato e non ci ha permesso di mantenere il nostro livello abituale. Rispetto totalmente i miei compagni e mai li offenderei. Non penso di essere migliore di nessuno''.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA