Juve-Roma: Allegri: 'Giallorossi ancora tra i candidati allo scudetto"

Il tecnico della Juve alla vigilia della sfida con Spalletti

C'è ancora un bel gruppetto in lizza per il titolo, e tra le pretendenti trova posto anche la Roma: così la pensa - o almeno dice - Massimiliano Allegri alla vigilia di Juve-Roma, confronto che ha fascino immutato, anche se i giallorossi sono scivolati un po' indietro: "Tutte le prime cinque sono in corsa e la Roma è ancora candidata allo scudetto - spiega il tecnico bianconero - ha una rosa molto valida, ed il cambio di allenatore produrrà una reazione, è in grado di centrare un filotto di risultati importanti. Juve-Roma resta quindi una partita dal grande fascino, complicata, difficile".

La Juventus viaggia come un treno ad alta velocità, "ma nel calcio si fa presto a rovesciare le cose - ammonisce l'allenatore bianconero . Non abbiamo ancora centrato alcun obiettivo e non dobbiamo pensare alle 10 vittorie consecutive, ma alle 18 partite che restano da qui alla fine del campionato: per arrivare primi un tot di vittorie. E speriamo che il Napoli rallenti un po' la marcia perché sta disputando un gran campionato". Essere in lotta su tre fronti è motivo di grande orgoglio, pur essendo stressante dal punto di vista fisico e psicologico: "Sta iniziando il periodo chiave della nostra stagione - prosegue il tecnico - in cui giocheremo ogni tre giorni fino al derby del 20 marzo. Sarà importante mantenere la condizione fisica e, sopratutto, mentale che abbiamo raggiunto nell'ultimo periodo". T

ante le soluzioni a disposizione del tecnico bianconero, anche se contro la Roma di Spalletti dovrebbe affidarsi alla formazione tipo, con la difesa formata da Barzagli, Chiellini e Bonucci, a centrocampo Marchisio, Pogba e Khedira e in attacco Dybala e Mandzukic. Sulle fasce gli indizi portano alla coppia formata da Evra e Lichtsteiner, con Cuadrado ancora costretto in panchina: "É cresciuto molto sul piano tecnico, tattico e fisico, ma devo fare delle scelte. Rispetto agli altri ha caratteristiche che possono tornare utili a partita in corso, anche se non è escluso che possa giocare titolare".

A gennaio è il mercato a farla da padrone, anche se in pochi si sarebbero aspettati che l'oggetto del desiderio fosse lo stesso Allegri, accostato al Chelsea dal tabloid inglese Sun: "La mia testa in questo momento è tutta per la Juventus, con cui ho un contratto fino al 2017. Qui sto bene, penso al campionato, alla Coppa Italia e alla Champions League. Discorso chiuso". Per il tecnico bianconero un ruolo fondamentale lo ricoprirà il recupero degli infortunati: "Pereyra sarà il nostro acquisto di gennaio - spiega Allegri - e Caceres resta. Non ho paura che le altre squadre possano rafforzarsi: la Juventus ha una rosa importante di grandi giocatori".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA