• Fiorentina Benevento 1-0. Una vittoria in ricordo di Astori

Fiorentina Benevento 1-0. Una vittoria in ricordo di Astori

Compagni con la maglia numero 13. Un minuto di silenzio surreale e lacrime

Fiorentina batte Benevento 1-0, nel ricordo del compianto Davide Astori. In un clima surreale, di grande commozione e dolore, fra brividi, lacrime, abbracci di solidarietà, la squadra di Stafano Pioli è ripartita, conquistando tre punti per dedicarli al proprio capitano, scomparso domenica scorsa, poche prima della sfida di Udine. Il match, dopo 13' di gioco - il numero di Astori - è stato interrotto, fra gli applausi di un pubblico commosso, poi è ripreso. Ha deciso il gol di Vitor Hugo, su assist di Saponara, dopo 25'. LA CRONACA DELLA PARTITA

Davide Astori, l'omaggio da tutti i campi LA GALLERY FOTOGRAFICA

Tutti fermi dentro al campo, e' il minuto 13': cosi' Fiorentina e Benevento ricordano Davide Astori, capitano viola morto nel sonno sette giorni fa nel ritiro della squadra a Udine. Dopo il minuto di silenzio osservato da tutto lo stadio, l'arbitro Pasqua ha fischiato l'inizio, e per tredici minuti il gioco e' scorso a ritmi lenti. Poi al 13' il pallone e' stato buttato in fallo laterale, tutti si sono fermati e la curva Fiesole si e' vestita di viola con la scritta Davide 13, tra gli applausi di tutti. La sosta è durata un minuto, poi la partita è ripresa con il coro continuo 'Astori Astori'. Poco prima della gara aveva parlato Milan Badelj, che ha preso la fascia di Astori: ''Davide era, è e rimarrà per sempre la nostra luce. Nessuno dimenticherà mai questa partita, sarà difficile, più di tutto lo è per la famiglia ma anche la gente sta soffrendo. Firenze ci ha fatto vedere la sua anima, tutti siamo uniti dopo una tragedia come questa''. Insieme ai compagni Badelj, all'ingresso in campo, aveva portato lo striscione 'Ciao Davide'. In tribuna, dentro un box della societa' viola, assistono alla partita anche i due fratelli di Astori.

 


Un silenzio surreale è calato sul Franchi all'ingresso di Fiorentina e Benevento nel ricordo di Davide Astori: le due squadre sono state accompagnate da 22 bambini con le maglie numero 13 viola e del Cagliari, i club di cui il difensore è stato il capitano. Nelle curve venivano esposti striscioni per Davide, come pure nel settore dei tifosi del Benevento: 'Nessuno muore finchè vive nel tuo cuore'. Poi al minuto di raccoglimento, tutti e 22 i giocatori si sono abbracciati in mezzo al campo. Silenzi, commozione e lacrime - Pioli in panchina, Andrea Della Valle in tribuna e tanti, tantissimi tifosi sugli spalti le hanno trattenute a stento - fino all'applauso liberatorio e al lancio di cinquemila palloncini viola e bianchi. Il coro 'Davide Davide' è rimbombato in tutto lo stadio, dalla curva Fiesole fino al settore dei tifosi campani.



Diego Della Valle si ferma al 'muro del pianto'  - Al suo arrivo al Franchi, anche Diego Della Valle ha voluto fermarsi davanti al 'muro del pianto' eretto in questi giorni dai tifosi viola sui cancelli dello stadio per ricordare e omaggiare Davide Astori. Il proprietario del club viola è rientrato dall'estero, dove si trovava per impegni di lavoro, per assistere alla gara con il Benevento, la prima senza il capitano. Mentre il fratello Andrea già da ieri è a Firenze per stare in ritiro con la squadra. I due proprietari della Fiorentina mancavano dal Franchi da quasi un anno: al loro arrivo sono stati accolti da applausi dai tifosi. "Astori ci ha insegnato molto - ha dichiarato Antognoni a Premium - è giusto ricominciare subito per ricordarlo, la partita può smorzare la tensione di questi giorni. Sarà uno stimolo per costruire una squadra più competitiva". Sui led a bordo campo non ci sono cartelloni pubblicitari ma le scritte 'Davide sempre con noi' e '13 Davide Astori'. Dopo la lettura delle formazioni e il nome di Astori scandito dall'altoparlante sul maxischermo è stato trasmesso il video con le immagini più belle del capitano e la musica di Jovanotti, contrassegnato dalla maxi sciarpata in curva Fiesole. Uno scenario suggestivo e commovente.

In campo maxi telo bianco per il capitano - Un maxi telo bianco, con impressa la maglia viola numero 13 di Astori e la scritta 'Capitano per sempre' è stato posizionato in mezzo al campo, prima di Fiorentina-Benevento, la prima partita senza Davide Astori. La squadra con addosso la maglia numero 13 di Astori, insieme a tutto lo staff viola, al suo ingresso in campo per il riscaldamento, si è portata in mezzo al campo, vicino al maxi telo, per un abbraccio collettivo e per applaudire tutti i tifosi. I giocatori del Benevento, accolti da uno scrosciante applauso, hanno sospeso per qualche secondo il riscaldamento in segno di rispetto e applaudendo a loro volta gli avversari. Lo stadio Franchi si sta già riempiendo, tanti anche gli striscioni tra cui quello esposto ai piedi della curva Fiesole con scritto 'Ci sono uomini che non muoiono mai...Ci sono storie che verranno tramandate in eterno...Buon viaggio capitano'. Tutte le bandiere del Franchi sono a mezz'asta, in tutti i settori, tranne la Fiesole, compaiono migliaia di palloncini bianchi e viola pronti per volare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA