Serie A: Roma Lazio 2-1, giallorossi al quarto posto

2-1 alla Lazio con gol di Perotti e Nainggolan. A segno anche Immobile. Olimpico ricorda Sandri

La Roma batte la Lazio 2-1 e sale a 30 punti. Le reti tutte nella ripresa con Perotti al 49' su rigore, Nainggolan al 53' e Immobile al 70' su rigore

La Roma si aggiudica il derby e sale a 30 punti, con una partita da recuperare, agganciando l'Inter al terzo posto. Preceduta dalle coreografie delle curve e dal ricordo di Gabriele Sandri - il tifoso laziale ucciso 10 anni fa da un poliziotto - la partita è equilibrata, soprattutto nel primo tempo chiuso sullo 0-0, con una rete di immobile annullata per fuorigioco. Nella ripresa il pressing permette alla Roma di prendere il sopravvento territoriale, schiacciare i biancocelesti e passare presto in vantaggio. Un'entrata avventata di Bastos su Kolarov, al 3', permette a Perotti di siglare l'1-0 dal dischetto. Il raddoppio giallorosso porta la firma di Nainggolan (7'), con un diagonale rasoterra molto preciso. La Lazio accorcia le distanze, ancora su rigore dopo consultazione della video assistenza da parte dell'arbitro Rocchi, con Immobile, autore della 15/a rete in campionato. Il pressing finale dei ragazzi di Inzaghi non frutta il pareggio.

Gol e momenti salienti in foto  

Roma-Lazio 0-0 fine primo tempo: al 2' annullato un gol a Immobile. Al 36' girata in area di Dzeko, con Strakosha che para a terra.

Roma-Lazio 1-0: al 49' Kolarov guadagna un calcio di rigore. Dal dischetto Perotti supera Strakosha che aveva intuito l'angolo

 

Roma-Lazio 2-0: al 53' Nainggolan controlla al limite dell'area e calcia di destro superando Strakosha.

La Var 'entra in campo' nella ripresa nel derby di Roma. A far entrare in azione l'occhio elettronico è un fallo di mano in area del romanista Manolas non visto dall'arbitro Rocchi. Dopo alcuni attimi di esitazione il direttore di gara concede il rigore alla Lazio

Roma-Lazio 2-1: al 70' Immobile trasforma il rigore causato da un fallo di mano di Manolas.

 

Di Francesco, non parliamo di scudetto - "Vincere questo derby è stata una grande soddisfazione. Abbiamo concesso poco alla Lazio e fino al loro gol c'è stato un grande predominio della Roma''. A Premium Sport, l'allenatore della Roma Eusebio Di Francesco sintetizza così la sua gioia per aver vinto il primo derby da allenatore della Roma: ''lo scudetto? Dobbiamo ancora lavorare tanto ma siamo in crescita. Non parliamo di Scudetto, all'inizio nessuno ci ha dato per favoriti e a me va benissimo così. Vogliamo cercare di restare il più possibile in alto in classifica''. Un giudizio su Nainggolan? ''Lo chiamano il 'Ninja' ma - aggiunge Di Francesco - è più un supereroe. Aveva uno stiramento ma ha giocato lo stesso: questo dimostra la grandissima soglia del dolore che ha''. ''Per poter giocare in questo modo - continua l'allenatore della Roma - bisogna stare bene fisicamente, nel primo tempo non abbiamo concesso niente a loro, poi nella ripresa abbiamo cambiato passo e schiacciato la Lazio''.

Inzaghi: con questi errori perdi i derby - "Il primo tempo è stato equilibrato anche per la posta in palio che era altissima. La Roma aveva il baricentro più alto ma non ci ha impensierito più di tanto a parte un colpo di testa''. A Premium Sport, l'allenatore della Lazio Simone Inzaghi, ricostruisce la sconfitta della sua squadra: ''in qualche ripartenza abbiamo dato noi l'impressione di essere più pericolosi. Nella ripresa gli spazi si sono aperti, potevamo andare dentro con i nostri attaccanti, avrei fatto qualche cambio ma quando si commettono due errori individuali così i derby non si vincono ma si perdono. Quei due errori ci hanno condannato, gli episodi sono troppo importanti e sono stati favorevoli alla Roma ma soprattutto per demeriti nostri''. ''In quattro minuti - aggiunge Inzaghi - abbiamo commesso due ingenuità decisive. Lavoro psicologico dopo questa sconfitta? Sì, è normale, dispiace aver perso per noi e per la nostra gente''.

Nainggolan, grande prova di squadra - "E' stata una grande vittoria di squadra. Abbiamo sofferto un po' alla fine, dopo il 2-0 ma la vittoria è meritata. L'importante in una gara del genere è il risultato, siamo in un buon momento e dobbiamo continuare così'': ai microfoni di Premium Sport Radja Nainggolan commenta così la vittoria della Roma nel derby. ''Volevo giocare perché queste sfide sono particolari - le sue parole - ce l'ho fatta e sono contento anche per il gol. Obiettivo Scudetto? Non faccio pronostici perché non hanno mai portato bene. Dobbiamo pensare a una partita alla volta e poi vedremo. Dobbiamo fare meglio dello scorso anno. Ora testa alla Champions, vogliamo qualificarci e andremo a Madrid per fare il nostro gioco''.

 

 "Oggi proverò sicuramente un'emozione nuova. Dopo tanti derby sul campo vivo il primo da un'altra prospettiva, diversa e affascinante. Quello che non cambia è l'amore per questi colori”. Così Francesco Totti in vista della prima stracittadina con la Lazio che vivrà dalla tribuna in vesta di dirigente giallorosso. “Mi auguro che il derby di oggi sia una festa per lo sport, il mio, il più bello, quello che amo da sempre e che mai smetterò di amare!" conclude su Twitter l’ex capitano della Roma.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA