Champions: Porto Juventus 0-2, straordinario uno-due bianconero

I cambi di Allegri, Pjaca e Dani Alves, decidono il match in due minuti

Con un uno-due impressionante, la Juventus batte il Porto nell'andata degli ottavi di finale di Champions League ipotecando il passaggio del turno. Buon primo tempo della squadra di Allegri che si rende pericolosa con Dybala al 23' dopo una combinazione con Khedira e Higuain. Il Porto rimane in 10 al 27' per l'espulsione dell'ex interista Alex Telles che rimedia due cartellini gialli in un minuto. La Juve insiste e va vicina al gol prima con Cuadrado e poi con Khedira. Al 39' Casillas salva su Higuain e al 45' Dybala coglie un palo con un sinistro da fuori area.

ll Porto si fa vedere dalle parti di Buffon solo al 48' con un colpo di testa di Herrera. La Juve, agevolata dalla superiorità numerica, continua a fare la partita, al 60' una conclusione di Khedira si spegne sul fondo poi ci prova Higuain. Al 72' i bianconeri sbloccano il risultato con Pjaca, entrato 5' prima al posto di Cuadrado. Due minuti dopo il raddoppio di Dani Alves, che aveva appena sostituito Lichtsteiner. Ritorno allo Juventus Stadium il 14 marzo.

 LA CRONACA 

GOL e MOMENTI CLOU

Al 74' D.Alves raddoppia per gli ospiti

Al 72' Pjaca porta la Juve in vantaggio

Occasione per la Juve, al 46' Dybala colpisce il palo alla destra del portiere del Porto Casillas

Porto in 10 per l'espulsione al 27' di Telles

Porto-Juventus FOTO e PAGELLE

Pjaca felice, conta risultato più del gol  - "Sono molto contento. Per noi è una vittoria importante: il gol mi fa felice, ma sono più contento del risultato della squadra. Anche a Torino, però, dovremo giocare seriamente: partire dal 2 a 0 ottenuto qui è un bel vantaggio, ma non dovremo avere cali di concentrazione". Così Marko Pjaca ai microfoni di Premium dopo la partita al 'Do Dragao'. "Se mi sento più titolare? Rispetto le decisioni del mister, io cerco di fare sempre il meglio tutte le volte che vengo chiamato in causa", ha concluso.

Pjanic, ora chiudiamo il lavoro a Torino  - "Nel primo tempo abbiamo gestito abbastanza bene, ma forse potevamo fare meglio gli ultimi passaggi. Il Porto si è chiuso bene, noi li abbiamo stancati e abbiamo trovato il gol nel momento giusto. Abbiamo fatto quello che ci ha detto il mister, stare tranquilli. Per noi questa vittoria è molto importante, oltre che meritata". Lo ha detto il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic a Premium Sport. "Ora però non è finita, dobbiamo concludere il lavoro a Torino - ha aggiunto il bosniaco -. Questo nuovo ruolo mi sta piacendo, ci offre più soluzioni: io mi sento bene in questa posizione e cerco di fare sempre il meglio di me".

Casillas "Se a Torino espellono uno juventino..."  - "La partita con l'espulsione di Telles è girata in favore della Juventus. Abbiamo cercato di tenere duro e ci siamo riusciti senza troppe sofferenze fino a quei cinque minuti, che di fatto hanno spaccato il match". 'Legge' così l'andata dell'ottavo di finale contro la Juventus, Iker Casillas, portiere del Porto che vede neo il discorso qualificazione: "Sappiamo che è difficile ribaltare un risultato del genere - dice a Premium - specialmente in casa di una squadra preparata come la Juventus: abbiamo tre settimane di tempo per prepararla e ci proveremo, certo sarebbe più facile se anche a Torino venisse espulso un giocatore bianconero all'inizio - aggiunge - Le speranze sono poche, ma noi ci proveremo fino alla fine. Io mi sono ritrovato: a Madrid mi sono accorto che la mia esperienza era finita, c'erano molte persone che mi criticavano e ho capito che era arrivato il momento di cambiare aria. Al Porto ho ritrovato le giuste motivazioni".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA