• AS Roma: Amarezza Totti al cronista: "Che ci fai con me, ormai?'

AS Roma: Amarezza Totti al cronista: "Che ci fai con me, ormai?'

Dichiarazioni del capitano nel dopo partita animano il web. Florenzi: "Lotteremo anche a Madrid". Zidane: "Felice per gol Ronaldo"

La giocata da campione di Ronaldo, la fiammata di Jesé. La Roma va ko nell'andata degli ottavi di Champions League col Real Madrid, ma esce comunque tra gli applausi dell'Olimpico che riconosce alla squadra di Spalletti di averci provato fino alla fine. "Lo hanno visto anche i tifosi che abbiamo lottato. Siamo amareggiati, non ci piace il risultato e non meritavamo di perdere così, ma non molleremo niente neanche al ritorno al Bernabeu - le parole di Florenzi -. Abbiamo fatto una delle migliori partite della stagione contro un top team che lotterà assieme ad altre due o tre squadre per la vincere la Champions. Ronaldo? Non puoi concedergli nulla. Poi ci vuole anche un po' di fortuna e di buon senso, in occasione di un possibile rigore, ma è l'arbitro che decide". (FOTO E  PAGELLE)

Nuovo caso Totti? - Nel post partita ad animare il web è l'amarezza di Totti. In un video realizzato dal cronista Valerio Minutiello per il Corriere dello Sport, Francesco Totti fermato da un giornalista spagnolo ha risposto "Aspetti me? Che ci fai con me, ormai?". Una frase amara e che, tra l'altro avrebbe infastidito Spalletti. La situazione del Capitano, eterno panchinaro in questa Roma, solo una manciata di minuti contro il Real Madrid,  non è sfuggita neanche al Guardian, che parla di possibile addio di Totti.  

GUARDA SUL CORRIERE DELLO SPORT IL VIDEO

 

Soddisfazione Pallotta - E anche secondo Pallotta il direttore di gara poteva vedere meglio. "Se fa la chiamata giusta pareggiamo. Comunque non sono assolutamente scontento, la squadra ha giocato alla grande e io sono orgoglioso dei ragazzi - le parole del presidente, che ha seguito la sfida dagli Usa -. Ma tornerò a marzo e sarò a Madrid per seguire la gara di ritorno". Per stare vicino a un gruppo di lavoro che ha risollevato le sorti della Roma: "Sono entusiasta del nostro staff tecnico. Non potrei essere più felice per come hanno lavorato nell'ultimo mese, e con questo tipo di allenatore non potremo che migliorare". Parole dolci indirizzate a Spalletti, che esce dalla prima sfida con Zidane con l'amaro in bocca. "Se guardiamo bene abbiamo avuto più occasioni del Real, ma non siamo stati bravi a concretizzare a differenza dei nostri avversari. E dopo il primo gol siamo arretrati troppo, siamo stati un po' timorosi perdendo equilibrio. E' un nostro difetto, dobbiamo migliorare - l'analisi del tecnico -. Secondo me avevamo delle chance che non abbiamo sfruttato fino in fondo, non siamo stati fortunati. Sono amareggiato e dispiaciuto perché i ragazzi si sono sforzati, hanno fatto una buona partita. Ma il Real è una squadra che se gli concedi un centimetro lo fanno diventare un chilometro...".

Buona la prima per Zidane - A godersi il successo è invece Zidane, alla prima panchina europea in merengue: "Siamo felici per la partita e per il risultato. Sapevamo che sarebbe stata tosta ma abbiamo lottato fino alla fine. Vincere qui la mia prima partita è magnifico - confessa il francese -. Abbiamo avuto un inizio difficile, ma poi siamo riusciti a migliorare nella ripresa. Sono contento della prestazione e della rete di Ronaldo ovviamente, abbiamo fatto due gol anche se la Roma ha avuto molte occasione che non è riuscita a sfruttare. Discorso qualificazione già chiuso? No perché ci sta ancora una partita da giocare. E' impossibile fare questi discorsi nel calcio. Era difficile vincere così e oggi ci godiamo questa vittoria. Credo che andremo a dormire tutti contenti ma già da domani dovremo pensare alla prossima partita".

Zidane: "Gara difficile, due gol importanti" VIDEO

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA