Juventus al lavoro per il Verona, e punta su Gundogan

Bonucci influenzato, Barzagli out: Rugani pronto a sostituirlo

Juve al lavoro in vista della ripresa del campionato. La Vecchia Signora vuole presentarsi pronta per la giornata dell'Epifania, quando allo Juventus Stadium sarà di scena il Verona, così Massimiliano Allegri ha fatto allenare la squadra anche in questo sabato di inizio anno. Bonucci (influenza) non ha preso parte alla seduta di allenamento, mentre Barzagli si è allenato a parte per un risentimento al polpaccio sinistro, così come Mandzukic. Bonucci dovrebbe recuperare, Barzagli no. In vista del Verona, pronto Rugani per sostituirlo, così come Morata è pronto per sostituire Mandzukic. Nel frattempo in casa Juventus giunge la conferma che, per quanto riguarda il mercato di gennaio, si punta al centrocampista tedesco di origine turca Ikay Gundogan, del Borussia Dortmund. Sarebbe il rinforzo ideale per un centrocampo chiamato a sostenere sforzi straordinari da qui alla fine della stagione tra campionato, Coppa Italia e Champions. Stando alle voci di mercato, per il trasferimento di Gundogan a Torino sarebbero necessari 30 milioni di euro, e anche il Liverpool (sconfitto dal West Ham nella prima partita del 2016) sarebbe interessato al giocatore. L'ex tecnico del Borussia Klopp sarebbe interessato a portare il suo ex giocatore in premier League. Per la Juventus la cifra di 30 milioni è superiore ai parametri previsti per il mercato di gennaio. A meno che non prenda corpo un'altra operazione: la cessione di Simone Zaza. L'azzurro preme per giocare con maggiore continuità, ma tra Dybala, Mandzukic e Morata gli spazi sono chiusi. In vista dell'Europeo, dunque, il giocatore sarebbe disposto a cambiare casacca (offerte sarebbero in arrivo da West Ham e Crystal Palace). Per la sua cessione, però, la Juventus vorrebbe più di 20 milioni. Se andasse in porto, l'operazione Zaza renderebbe percorribile l'ipotesi Gundogan

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA