• Il Carpi frena il Milan, inutile forcing finale dei rossoneri

Il Carpi frena il Milan, inutile forcing finale dei rossoneri

La squadra di Castori riesce a resistere, finisce 0-0

Finisce 0-0 il posticipo del Braglia di Modena tra Carpi e Milan. Un risultato che frena la rincorsa dei rossoneri verso la zona Champions (ora distante 7 punti) ma che rispecchia fedelmente l'andamento di una gara vivace, ben interpretata dagli emiliani. Dopo la vittoria ai supplementari in Coppa Italia col Crotone i rossoneri non brillano neanche contro il Carpi, confermando le grosse difficoltà di realizzazione e anche di non aver ancora superato i problemi di gioco e personalità che lo affliggono da inizio stagione. Il Carpi resta penultimo a -5 dalla salvezza, ma conquista un pareggio importante per il morale e dopo la vittoria sul Genoa e in Coppa Italia allunga a tre la striscia di risultati utili consecutivi. La cronaca 

Mihajlovic, due punti persi ma andiamo avanti - Dopo lo 0-0 al Braglia di Modena contro il Carpi, Sinisa Mihajlovic commenta il risultato, piu' deluso che arrabbiato. "Nel primo tempo potevamo fare meglio e più in generale si poteva riuscire a vincere la partita, soprattutto per il gioco creato nei secondi 45 minuti - ha spiegato il tecnico del Milan - Era una gara difficile e per sbloccarla, visto che il Carpi si è chiuso molto dietro, era necessario avere un pizzico di fortuna in più e qualche invenzione da parte dei singoli. Per me comunque rimangono due punti persi, ma andiamo avanti perché abbiamo le spalle larghe nonostante intorno a noi ci sia sempre un'atmosfera strana". "Ai nostri attaccanti la cattiveria non manca - ha aggiunto - ma oggi ne serviva di più per riuscire a sbloccare il match. Qui a Modena comunque le big che sono passate hanno sempre faticato", ha proseguito riferendosi al Napoli fermato sullo zero a zero, ma anche all'Inter e Fiorentina che hanno battuto il Carpi faticando parecchio. Sulla trattenuta in area ai danni di Luiz Adriano non si pronuncia: "Non parlo mai degli arbitri, perciò andiamo avanti". Soddisfatto Fabrizio Castori: "Noi abbiamo fatto la nostra partita, attaccando alto il Milan. La squadra sta crescendo e sono contento della prestazione dei ragazzi, in crescita dopo la vittoria di Genoa. Ce la siamo giocata testa a testa col Milan, il che vuol dire che la squadra sta crescendo e la cosa è positiva in vista del futuro - ha affermato l'allenatore degli emiliani -. Sono felice perché stiamo ritrovando un po' la verve dell'anno scorso, nonostante la categoria sia diversa". "Borriello? E' una scoperta, perché si sta allenando bene e per lui venire in una squadra provinciale come la nostra non era facile, ma si sta allenando bene, proprio come Zaccardo", ha concluso Castori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA