ANSAcom

Open Fiber: al via cantieri per banda ultra larga a Ischia

Lavori in corso nei Comuni di Forio, Lacco Ameno e Casamicciola

ANSAcom

ISCHIA (NAPOLI) - Parte il cablaggio di tre comuni dell'Isola d'Ischia (Lacco Ameno, Forio e Casamicciola). Oggi, nel corso di una conferenza stampa, i dirigenti di Open Fiber, la società che realizzerà la messa in opera della banda ultralarga, hanno annunciato l'intervento richiederà tra i quattro e sei mesi. Francesco Nonno, direttore regolamentazione Open Fiber ed Emanuele Briulotta, responsabile network e operations area Sud Italia, hanno presentato il programma dei lavori assieme ai primi cittadini Francesco Del Deo per Forio, Giacomo Pascale per Lacco Ameno e Giovan Battista Castagna per Casamicciola.

"La nostra missione - ha detto Nonno - è realizzare un'infrastruttura ad altissima capacità e a prova di futuro in ogni angolo del Paese".
Per i tre Comuni interessati l'investimento pubblico, attraverso fondi regionali e statali, è di 600 mila euro. A posare materialmente la fibra ottica in modalità FTTH (cioè la fibra stesa direttamente all'interno delle abitazioni e degli uffici) e FWA (Fixed Wireless Access) sarà dunque Open Fiber, la società per azioni che s'è aggiudicata le prime due gare pubbliche per il cablaggio delle cosiddette "aree a fallimento di mercato" in 16 regioni italiane, più la provincia autonoma di Trento. I dirigenti di Open Fiber hanno spiegato che si tratterà, come spiegato, di una rete 'capillare', che garantirà servizi digitali d'ultima generazione a cittadini, turisti, imprese e pubbliche amministrazioni.

L'investimento complessivo relativo alla copertura di 546 comuni campani ammonta a oltre 170 milioni di euro. Oggi l'inaugurazione dei cantieri nei tre comuni dell'Isola verde, tra i primi dell'intera Campania a rispondere positivamente attraverso la sottoscrizione dell'apposita convenzione con Infratel. A Forio, Lacco Ameno e Casamicciola saranno raggiunte dalla banda ultralarga circa 7mila unità immobiliari, per un investimento di oltre 600mila euro.

In collaborazione con:
Open Fiber

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: