Lega-Russia: Meranda convocato da pm

L'avvocato romano è indagato per corruzione internazionale

Gianluca Meranda, il legale romano indagato nell'inchiesta per corruzione internazionale sulla presunta trattativa avvenuta a Mosca relativa a una compravendita di petrolio che avrebbe lo scopo di far arrivare fondi alla Lega, è stato convocato per oggi pomeriggio dai pm di Milano per essere interrogato. Al momento non è noto il luogo dell'interrogatorio. Meranda ha subito una perquisizione ieri, 17 luglio, da parte della Gdf che gli ha anche consegnato un'informazione di garanzia.

"Credo nel lavoro della magistratura - ha detto all'ANSA il professor Ersi Bozheku, difensore di Gianluca Meranda - e confido faccia le indagini in modo sereno e con la tempistica propria che indicano gli inquirenti". L'avvocato Bozheku, ha spiegato di "essere stato investito della vicenda da due giorni, da martedì. Le indagini sono nella fase embrionale e della vicenda ho una conoscenza in base solo a quanto ho appreso dalla stampa". 

Inanto Meranda non conferma e non smentisce in merito alla presenza di un 'quarto italiano' all'incontro all'hotel Metropol di Mosca dello scorso ottobre. "Ci sono indagini pendenti". L'avvocato è indagato nell'ambito dell'inchiesta sui presunti fondi alla Lega Incontro al quale avrebbe partecipato lo stesso Meranda, il suo collaboratore Francesco Vannucci e dove era presente anche Gianluca Savoini. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA