Conte: da Via della Seta benefici a Italia e Cina"

A media cinesi, 'visita presidente Xi in rapporti molto solidi'

La tradizione dei legami tra Cina e Italia "è molto antica": la relazione è "già molto buona e la prospettiva di collaborazione avrà ulteriore spinta" con la nuova Via della Seta, afferma il premier Giuseppe Conte, incontrando i media cinesi. Nell'intervista pubblicata oggi dall'agenzia Nuova Cina, Conte rileva che la visita del presidente Xi Jinping e la firma del memorandum sulla Belt anf Road Initiative sono parte di una cornice di rapporti "molto solida. Penso che la crescente collaborazione tra Italia e Cina porterà prima di tutto benefici ai nostri Paesi".

Macron a Conte,con Cina serve il coordinamento europeo  - Il presidente francese Emmanuel Macron nel bilaterale con Giuseppe Conte ha affrontato il tema della Cina sottolineando la necessità di un coordinamento europeo, agendo come europei se ci si vuole muovere come potenza. Macron ha aggiunto che lavorare come piccoli club con la Cina non è un buon approccio. Il presidente francese ha poi parlato del summit martedì a Parigi con Xi Jingping e Merkel, precisando che tutte le grandi potenze europee sono associate a questa visita insieme a Juncker che è la presenza simbolica della Ue. Lo riferiscono fonti dell'Eliseo.

Di Maio, Italia primo paese G7 a firmare con Cina  - "Posso assicurare che (la firma dell'accordo sulla via della Seta, ndr) è una grandissima opportunità per tutti noi, in cui ho creduto dal mio primo viaggio in Cina: è una cornice nella quale crescere insieme, sono veramente contento che domani si posa procedere alla firma come primo paese del G7". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio introducendo i lavori del business forum Italia-Cina a Palazzo Barberini.

Tajani, non svendiamo un pezzo di sovranità ai cinesi - "Non possiamo svendere un pezzo di sovranità italiana e europea ai cinesi". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, ospite a Unomattina, nel giorno della visita a Roma del presidente cinese Xi Jinping. "La posizione del Parlamento europeo - ha aggiunto - vuole che ci siano regole uguali in Europa e Cina. Non possono venire in Europa a fare ciò che vogliono se il loro mercato non è libero".

Toninelli, nessuna vendita di asset - "È una grande opportunità fatta con intelligenza perché c’è un grande vantaggio competitivo per l'Italia di esportare prodotti in Cina senza svendere nessun asset italiano". Così il ministro dei Trasporti e delle infrastrutture Danilo Toninelli a Milano per una visita alla sala operativa di Rfi commenta l'intesa con la Cina. "Sono cose che vengono fatte bene in trasparenza nell'interesse nazionale e credetemi che nessuno deve preoccuparsi".

Ft, sostegno italiano mette a rischio l'unità Ue - "Il sostegno italiano alla nuova Via della Seta mette a rischio la solidarietà europea". E' quanto titola il Financial Times nel dare notizia della visita a Roma del presidente cinese Xi Jingping, che secondo il quotidiano finanziario "solleva questioni circa la capacità europea di formare una posizione unitaria nei confronti della Cina". Ancora, "l'impegno di Xi per lanciare un vasto programma di investimenti in Italia sarà visto da alcuni come una sfida diretta al una risposta europea unitaria". Nelle pagine delle opinioni il Ft da spazio anche a un contributo del sottosegretario Michele Geraci, secondo il quale "il memorandum d'intesa con la Cina è un successo. Spero che possa essere un modello per altri Paesi europei e per migliorare gli standard negoziati tra Ue e Cina".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA