• Sindaco di Milano Giuseppe Sala a Forum Ansa: Appello ai candidati Pd: mettetevi presto d'accordo'

Sindaco di Milano Giuseppe Sala a Forum Ansa: Appello ai candidati Pd: mettetevi presto d'accordo'

Lo streaming sulla pagina Fb dell'agenzia e su Ansa.it. 'Nostra candidatura a Giochi 2026 è forte ma Svezia pericolosa'. 'Non credo a un boom dei populisti alle europee'

"Non ho capito cosa è emerso ieri dall'incontro Anci-Conte sulla legge sicurezza. Politicamente troveremo delle forme per provare ad assistere i migranti che sono in città. Sono il primo a dire che l'immigrazione va regolamentata. Ma alle persone che sono nella mia città voglio cercare di offrire un aiuto nel bisogno". Lo ha detto il sindaco di Milano, Beppe Sala, al Forum ANSA. "Resta il fatto che questo decreto - ha sottolineato - lascia in strada più migranti e questo è un problema. Questo è il feeling che raccolgo anche dai miei colleghi sindaci". "Nonostante l'amicizia che mi lega a Leoluca Orlando - ha detto ancora - non mi aggrego all'idea della disubbidienza davanti ad un decreto firmato dal presidente della Repubblica". "Oggi la droga costa poco, microdosi da 3-4 euro. Magari interveniamo sul 'Boschetto' di Rogoredo ma poi temo che i pusher si sposteranno da un'altra parte. Col ministro Salvini ho parlato chiaramente, non possiamo recintare, servono forze dell'ordine che presenzino in continuazione. Col prefetto penso comunque che troveremo una soluzione. Riguardo alla Stazione Centrale continuiamo a fare interventi, non è una bella immagine lo so, non abbassiamo al guardia".

IL FORUM

Dal sindaco di Milano è arrivato anche un appello ai candidati del Pd: "Nessuno mi ha mai proposto di fare il candidato premier per il Pd. Capisco di essere una persona di riferimento nel centrosinistra. Le primarie vedono candidati autorevoli, ma io non voterò. Poi chiunque viene a Milano, ci vado. Ho detto a Zingaretti e Martina che non possiamo aspettare il 3 o il 17 marzo per cominciare a ragionare sulle candidature alle Europee. Il mio appello ai candidati è di mettersi d'accordo per non dare vantaggi agli avversari". "A Zingaretti ho detto: 'non continuiamo rispetto ai Cinque Stelle a definirli sempre dei cialtroni. Con loro ci sono persone che prima votavano per noi. Quindi lo stiamo dicendo anche a loro". Sulle prossime elezioni, il primo cittadino ha detto che "c'è uno spazio per la sinistra". "Facciamo la nostra partita poi si vedrà - ha sottolineato -. C'è uno spazio per una sinistra che sappia interpretare il cambiamento. Non facciamo calcoli elettorali, ma costruiamo una nostra proposta che nasce dalle idee e dalle persone. Io posso dare un contributo ma ho 60 anni. Voglio vedere molti più giovani".

E per uanto riguarda le europee:  "Secondo me non ci sarà uno stravolgimento. Non credo all'idea che i populisti sfonderanno in Europa. Non ho questa sensazione". "Dalla Brexit, invece - continua - Milano sta avendo dei benefici. Il sistema finanziario si è rafforzato e ci sono più stranieri. Qualche vantaggio già lo vediamo".

La nostra candidatura è forte, ma la Svezia è pericolosa", ha detto riguardo alla candidatura del capoluogo lombardo alle Olimpiadi 2026. "Dall'incontro di oggi è emersa la preoccupazione del Coni sulla candidatura di Stoccolma - sottolinea -. In questo momento non c'è un governo, e forse voteranno a Pasqua. Diciamo che se fanno il governo adesso male male non fa". Sala è intervistato dal direttore Luigi Contu, e da giornalisti di varie redazione sui temi dello sviluppo, della sicurezza e della mobilità e su altri problemi o argomenti riguardanti la metropoli e più in generale la politica.

"In questo momento - ha detto inoltre Sala parlando della sua città - il beneficio a Milano non ce l'hanno i ricchi. Aumenta l'occupazione, gli studenti universitari hanno raggiunto i 200mila, il turismo registra un +10%. Ne guadagnano bar, pizzerie, tassisti, commercio. E' mistificatorio dire che sono i ricchi a guadagnare in questo momento. E' esattamente il contrario". "Giovedì ci sarà un nuovo incontro Anci-Governo. Non toccheremo le tasse, è necessario aumentare il biglietto del trasporto pubblico. Due euro per il servizio che diamo, non temiamo confronti in Europa, dove costano molto di più. Dovremo tagliare un po' di servizi, valuteremo quali. E con quota 100 vedremo quanti dipendenti vanno in pensione". 

L'incontro è il primo di una serie dedicata ai sindaci delle grandi città e ai temi delle realtà del territorio. Nelle prossime settimane, tra gli altri, sarà la volta di Virginia Raggi, Chiara Appendino e Luigi De Magistris. Il forum sarà seguito in diretta streaming sulla pagina Facebook di ANSA e su Ansa.it. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA