• Migranti: tregua Italia-Francia. Conte oggi a Parigi. Macron: 'Mai voluto offendere'

Migranti: tregua Italia-Francia. Conte oggi a Parigi. Macron: 'Mai voluto offendere'

In mattinata Di Maio era tornato a chiedere le scuse di Parigi: 'Non indietreggiamo', aveva detto. Moavero: 'La Francia torni a toni più urbani'

Tregua tra Italia e Francia dopo le tensioni dei giorni scorsi sul dossier migranti. Lunga e cordiale telefonata nella notte tra il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte che conferma che sarà a Parigi. Il presidente francese - si legge in una nota diffusa dall'Eliseo - nel corso del colloquio telefonico ha "sottolineato di non aver mai fatto alcuna dichiarazione con l'obiettivo di offendere l'Italia e il popolo italiano".  "Il Presidente francese - si legge in una nota - e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte hanno confermato l'impegno della Francia e dell'Italia a prestare i soccorsi nel quadro delle regole di protezione umanitaria delle persone in pericolo".

IL REPORTAGE A BORDO DELLA NAVE

Il presidente francese nel colloquio ha detto di "aver sempre difeso la necessità di una maggiore solidarietà europea con il popolo italiano": lo si legge in una nota dell'Eliseo. "L'Italia e la Francia - prosegue la nota - devono approfondire la loro cooperazione bilaterale ed europea per condurre una politica migratoria efficace con i Paesi d'origine e di transito, attraverso una migliore gestione europea delle frontiere e attraverso un meccanismo europeo di solidarietà e di assistenza dei rifugiati".

L'APPELLO DEL PAPA

In mattinata il vicepremier Luigi Di Maio era tornato a chiedere le scuse di Parigi. "Finché non arriveranno le scuse" dal Presidente francese Macron, "noi non indietreggiamo", aveva detto a Rtl aggiungendo che "questo deve essere chiaro per questa vicenda e per il futuro" circa i prossimi tavoli che ci saranno in Europa. "E' finita l'epoca in cui si pensava che l'Italia la puoi sempre abbindolare", ha sottolineato.

"Tocca alla Francia vedere di riportare a toni più urbani le sue dichiarazioni sulla questione migranti", ha detto il ministro degli Esteri Enzo Moavero a margine della cerimonia per l'anniversario della Commissione Fulbright alla Farnesina. "Per quanto riguarda invece le questioni di fondo - ha aggiunto Moavero - dobbiamo discuterne nelle sedi europee".

LA NAVE AQUARIUS INTANTO CONTINUA IL VIAGGIO VERSO VALENCIA

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA