• Giorgio Napolitano operato, medici: 'Miglioramento costante, oltre più rosee previsioni'

Giorgio Napolitano operato, medici: 'Miglioramento costante, oltre più rosee previsioni'

L'ex capo dello Stato ha trascorso una notte tranquilla ed effettuato una piccola colazione

Progressi costanti per le condizioni del presidente emerito Giorgio Napolitano dopo l'operazione al cuore. "Il miglioramento clinico del presidente - ha affermato il professore Francesco Musumeci, che ha operato il presidente - è costante: ha trascorso una notte tranquilla e questa mattina per la prima volta ha effettuato una piccola prima colazione". Il "suo stato neurologico è integro ed è in buona relazione con l'ambiente", ha aggiunto, a 36 ore dall'intervento.

Il recupero post operatorio del presidente Emerito Giorgio Napolitano "sta procedendo al di là delle più ottimistiche previsioni", ha affermato. Le "funzioni d'organo - ha detto - sono in via di normalizzazione, ha iniziato la fisioterapia con partecipazione attiva. In considerazione della complessità dell'intervento, sostituzione dell'aorta ascendente e della valvola aortica con reimpianto ossi delle arterie coronarie, e dell'età del paziente, il recupero è oltre le più ottimistiche previsioni". Per oggi non sono previsti altri bollettini medici.

Questa mattina, ha spiegato Musumeci dando notizia del bollettino medico circa le condizioni del presidente Emerito Napolitano, "è stato visitato da me e dal Dott. Emilio D'Avino, responsabile della Terapia intensiva cardiochirurgica. Rimane in terapia intensiva e nelle prossime 24-48 ore verranno valutate le condizioni per il suo trasferimento nel reparto di degenza della Cardiochirurgia". Il presidente Emerito, ha aggiunto Musumeci, "continua a migliorare e tutto sta procedendo per il meglio. Finchè è in Terapia intensiva non possiamo sciogliere la prognosi, ma siamo molto ottimisti. Sta reagendo molto molto bene e per una persona di 93 anni la reazione è assolutamente straordinaria".

 

Ieri il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni si è recato stamane all'ospedale San Camillo per salutare il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano. Ho incontrato il figlio dell'ex capo dello Stato, Giulio, e i medici curanti per informarsi delle condizioni di salute del presidente emerito. Più tardi ha twittato "Il 25 aprile fu il giorno del riscatto dell'Italia. E' dovere di tutti ricordare chi ha combattuto per la nostra libertà contro gli orrori della dittatura. Un pensiero speciale oggi a Giorgio #Napolitano, protagonista della Repubblica. Forza Presidente!".

A recarsi in visita da Napolitano anche il capo dello Stato, Sergio Mattarella. Il presidenrte della Repubblica non ha rilasciato dichiarazioni all'uscita dall'ospedale

Numerosi gli auguri di pronta guarigione per Napolitano. Tra questi quelli del reggente del Pd Maurizio Martina: "Siamo in ansia. Aspettiamo notizie. Abbracciamo il presidente Napolitano e i suoi famigliari. In questa giornata il nostro pensiero va a lui". La ministra della istruzione Valeria Fedeli: "Un grande abbraccio a Giorgio Napolitano e sinceri auguri di pronta guarigione. Forza presidente!"

Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, si è recata anch'essa ieri mattina all'ospedale San Camillo di Roma.


Napolitano è stato colto da un malore nel tardo pomeriggio di ieri: ha accusato un forte dolore al petto mentre si trovava nella sua abitazione romana. Immediata la decisione del ricovero. L'ex capo dello Stato è stato trasferito al San Camillo dove, con una procedura d'urgenza, dopo le necessarie analisi, e' stato portato in sala operatoria per effettuare una resezione parziale dell'aorta. Un intervento lungo e delicato in considerazione anche dell'età del paziente.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA