Giubileo dall'8 dicembre. Roma si prepara. L'annuncio del Papa

Anno Santo straordinario fino al 20 novembre 2016 dedicato alla misericordia

Anno Santo straordinario dedicato alla misericordia. Ieri l'annuncio di Papa Francesco. Avrà inizio l'8 dicembre prossimo, a 50 anni dalla fine del Concilio Vaticano II, con l'apertura della Porta Santa in San Pietro, e si concluderà il 20 novembre 2016. La bolla di indizione sarà pubblica il 12 aprile, domenica della Divina Misericordia. VAI ALLO SPECIALE

Papa Francesco è intervenuto oggi sulla scuola: 'Fare l'insegnante è un lavoro bellissimo, ma purtroppo malpagato".

E intanto Roma si prepara al Giubileo. L'assessore capitolino ai lavori pubblici annuncia che Via dei Fori Imperiali sarà interamente pedonale con percorsi a piedi di accesso al Vaticano per i pellegrini, che poi diventerebbero permanenti.

Il sindaco Marino, parlando a Radio Vaticana ha spiegato: 'Rspetto al passato più che a grandi opere dobbiamo pensare ad una grande organizzazione. Un piano richiede soprattutto cervello , quindi più cervello che soldi". Marino prevede che nella Capitale arriveranno decine di milioni di pellegrini, "Sicuramente bisognerà prendere delle misure per quello che riguarda lo spostamento dei grandi pullman turistici. Io lo collegherei direttamente ad una visione diversa dello spostamento su rotaia nella città. Cioè la possibilità di lasciare i grandi pullman turistici al di fuori del centro storico della città dove io immagino ci si possa spostare molto meglio su rotaia".

Assessore, sprint 8 mesi su manutenzione-decoro - In vista del Giubileo "dobbiamo accelerare sulla manutenzione della città: dal decoro, e quindi dalla pulizia, ai lavori sulle grandi consolari già programmati e ai trasporti. Dobbiamo fare di più ora per bloccarci in vista dell'evento. Abbiamo otto mesi, tutti i lavori devono terminare a metà novembre, poi ci saranno le rifiniture". Dice Maurizio Pucci. "Le autorizzazioni, almeno quelle nei municipi più interessati dalla basiliche, per i lavori, dal gas all'Acea, devono essere centralizzati. Bisogna mettere in moto il meccanismo tutti insieme. Non dobbiamo pensare a grandi opere perché non c'è tempo e non ce n'è bisogno". Si accelera anche sui bagni pubblici della capitale: c'è già un progetto,

Pucci nel 2000 fu responsabile dei cantieri del Giubileo e nel 2014 ha lavorato all'organizzazione della canonizzazione dei due Papi.

L'apertura del prossimo Giubileo avverrà nel cinquantesimo anniversario della chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II, nel 1965, e appare chiaro l'intento di papa Francesco di spingere la Chiesa a continuare l'opera iniziata con il Vaticano II. Francesco ha dato l'annuncio della indizione di un Anno Santo Straordinario intitolato alla misericordia durante il rito penitenziale nella basilica di San Pietro, nel giorno in cui si festeggia l'anniversario del secondo anno della sua elezione. La Chiesa cattolica ha iniziato la tradizione dell'Anno Santo con Papa Bonifacio VIII nel 1300. Bonifacio VIII aveva previsto un giubileo ogni secolo. Dal 1475 - per permettere a ogni generazione di vivere almeno un Anno Santo - il giubileo ordinario fu cadenzato con il ritmo dei 25 anni. Un giubileo straordinario, invece, viene indetto in occasione di un avvenimento di particolare importanza. Gli Anni Santi ordinari celebrati fino ad oggi sono 26. L'ultimo è stato il Giubileo del 2000. La consuetudine di indire giubilei straordinari risale al XVI secolo. Gli ultimi Anni Santi straordinari, del secolo scorso, sono stati quelli del 1933, indetto da Pio XI per il XIX centenario della Redenzione, e quello del 1983, indetto da Giovanni Paolo II per i 1950 anni della Redenzione.

Renzi, Giubileo buona notizia, Italia farà sua parte - "L'annuncio del Giubileo è una buona notizia che il governo italiano accoglie con i migliori auspici". Lo ha detto il premier Matteo Renzi, aggiungendo che l'Italia, "che quest'anno ospita l'Expo, saprà fare la sua parte anche in questa occasione". "Si tratta di un appuntamento importante - ha aggiunto Renzi - il cui carattere religioso, come sottolineato da papa Francesco, è uno spunto di riflessione e di meditazione per tutti. Sono sicuro che, come già nel 2000, Roma si farà trovare pronta: l'Italia, che quest'anno ospita l'Expo, saprà fare la sua parte anche in questa occasione".

Marino, Roma è da subito pronta - "Roma è da subito pronta ad affrontare questo evento mondiale, così come lo è stata in occasione della beatificazione dei due Papi il 27 aprile del 2014". Così il sindaco di Roma Ignazio Marino commentando l'annuncio del Papa sull'Anno Santo straordinario, dedicato alla misericordia.

"L'annuncio di Papa Francesco dell' Anno Santo dedicato alla misericordia, a partire dall'8 dicembre, è una lieta notizia per Roma", ha detto Ignazio Marino. "Si tratta di un importante appuntamento religioso - spiega - e un'occasione, per credenti e non credenti, per riflettere sul senso della vita, in un mondo spesso ammalato di indifferenza verso l'altro, e sulla centralità dei valori spirituali che pervadono la nostra cultura e la nostra società".

Zingaretti, gioia immensa, attenzione verso ultimi - "Gioia immensa per annuncio straordinario che ci richiama a misericordia, a perdono e all'attenzione verso gli ultimi". Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, commenta l'annuncio di Papa Francesco di un Anno Santo straordinario che prenderà il via l'8 dicembre prossimo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA