Israele: 'atti anticristiani avvelenano visita Papa'

Monito del Patriarca latino di Gerusalemme

I recenti atti di vandalismo anticristiani "avvelenano l'atmosfera di coesistenza e cooperazione, in particolare a due settimane dalla visita di papa Francesco". Lo ha detto il patriarca latino di Gerusalemme, Fuad Twal, la più alta autorità cattolica in Terra Santa in una conferenza stampa a Haifa.

L'appello ai sacerdoti del Papa - "Provo dolore - ha detto il Papa a braccio ordinando 13 nuovi preti - quando trovo gente che non va più a confessarsi perché è stata bastonata, sgridata: hanno sentito che le porte delle chiese si chiudevano in faccia, per favore - ha esortato - non fate questo, misericordia, misericordia".

"Abbiate misericordia, tanta - ha detto il Papa a braccio durante la messa per l'ordinazione di 13 nuovi preti - e se viene in voi lo scrupolo di esser troppo perdonatori pensate a quel santo prete del quale vi ho parlato, che andava davanti al tabernacolo e diceva 'Signore, perdonami se ho perdonato troppo, ma sei tu che mi hai dato il cattivo esempio'".   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA