Dalla Cina all'Ue tutti contro Trump sul trattato anti-missili

'Gli Stati Uniti sbagliano a uscire unilateralmente'

La Cina valuta "sbagliato da parte degli Stati Uniti uscire unilateralmente dallo storico trattato della Guerra Fredda che ha eliminato i missili nucleari dall' Europa": è il giudizio della portavoce del ministero degli Esteri, Hua Chunying, all'indomani dell'annuncio del presidente Donald Trump sull'Intermediate-Range Nuclear Forces Treaty (Inf), negoziato nel 1987 dal presidente Ronald Reagan e dal leader sovietico Michail Gorbaciov. Dall'altra parte Mosca avverte che i piani degli Stati Uniti di abbandonare il trattato renderà il mondo "più pericoloso". Mentre ci aspettiamo che" la Russia "affronti seriamente le preoccupazioni sul rispetto del Trattato Intermediate-Range Nuclear Forces (Inf) in modo sostanziale e trasparente, ci aspettiamo anche che gli Usa valutino le conseguenze del loro possibile ritiro sulla loro sicurezza, quella degli alleati, e del mondo", ha detto dal canto suo l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini, aggiungendo: "Il mondo non ha bisogno di una nuova corsa agli armamenti che non gioverebbe a nessuno e, al contrario, porterebbe più instabilità".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA