Dallas. America in piazza, stop polizia violenta contro neri: 74 arresti

'Abbiamo nel cuore anche Dallas'. Centinaia manifestanti a Londra

 L'America scende in piazza. Migliaia di persone invadono le strade delle maggiori citta' statunitensi per dire basta alla violenza contro gli afroamericani. Centinaia di persone si sono riversate anche per le vie di Londra, chiedendo di mettere fine alla violenza. ''Abbiamo nel cuore anche Dallas'', si legge in uno degli striscioni agitati a New York, dove per la seconda serata consecutiva sono in corso manifestazioni di protesta. Ad Atlanta la tensione è alta, cosi' come lo e' a Baton Rouge, in Luisiana, dove la polizia e' in assetto da combattimento.

IL KILLER HA AGITO DA SOLO, OBAMA RIENTRA IN ANTICIPO DALL'EUROPA

74 manifestanti arrestati in Stato New York - Non tutti i numerosi cortei in Usa per protestare contro l'uccisione di due neri da parte della polizia si sono conclusi pacificamente: a Rochester, nello stato di New York, la polizia ha arrestato per disordini 74 persone, tra cui due reporter afroamericani, a cui poi il sindaco e la polizia hanno presentato le proprie scuse. Altri tre arresti a Phoenix, dove la polizia ha usato spray urticanti e sparato pallottole non letali per impedire che un raduno del movimento Black Lives Matter bloccasse un'autostrada.

In piazza anche Baltimora, dove al momento si conta un arresto fra i manifestanti. Proprio Baton Rouge e' stata teatro di uno degli episodi che hanno riacceso le tensioni razziali e nei confronti della polizia degli ultimi giorni. Tensioni sfociate poi nella strage di Dallas, dove il killer Micah Johnson ha ucciso cinque agenti al termine di una marcia pacifica di protesta contro l'uccisione degli afroamericani Alton Sterling in Luisiana e Philando Castile in Minnesota. A Los Angeles i rapper Snoop Dogg e The Game hanno guidato un corteo di manifestanti fino alla centrale della polizia, dove si e' tenuto un incontro con il sindaco e il capo della polizia per chiedere piu' sforzi per migliorare i rapporti fra le minoranze e gli agenti. A Omaha 300 manifestanti hanno invaso il centro della citta': le attese erano per un maggior numero di persone, ma l'attacco a Dallas ha fatto desistere molti. A Pittsburg il capo della polizia e' sceso in piazza con i manifestanti, in una marcia contro le ''crescenti disuguaglianze e la tossica atmosfera d'odio''. A Washington manifestazioni si sono svolte davanti al Dipartimento di Giustizia e alla Casa Bianca, fra candele e canti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA