Usa2016: Donald Trump vola ancora più in alto nei sondaggi

Secondo un sondaggio di Cnn e Orc, per la prima volta ha raggiunto il 41% a livello nazionale, doppiando il suo rivale più vicino, Ted Cruz, al 19%.

Donald Trump vola ancora più in alto nei sondaggi: secondo un sondaggio di Cnn e Orc, per la prima volta ha raggiunto il 41% a livello nazionale, doppiando il suo rivale più vicino, Ted Cruz, al 19%. Nessun altro candidato repubblicano ha raggiunto percentuali a due cifre, con Marco Rubio terzo all'8%. Affondano l'ex neurochirurgo Ben Carson, al 6%, e l'ex governatore della Florida Jeb Bush, al 5%. "Sono stata molto toccata e gratificata" dalle parole del presidente Barack Obama, ha invece detto Hillary Clinton nel dibattito tv in Iowa. "Lui questo lavoro lo conosce", ha aggiunto la candidata per la nomination democratica che, con riferimento alla rivalita' con Obama nel 2008, ha precisato: "Tra noi e' diventata amicizia"

"Sono io la scelta migliore per la nomination e per la presidenza". Lo ha detto senza indugio Hillary Clinton durante il dibattito tv in Iowa, l'ultimo prima del via alle primarie. E sullo sfidante Bernie Sanders ha sottolineato ancora: "Ci deve essere della poesia in campagna elettorale, ma si governa in prosa", parafrasando anche il presidente Barack Obama che aveva utilizzato una espressione simile in una recente intervista particolarmente favorevole verso la candidata.

Qualche attimo di imbarazzo per Hillary Clinton durante il dibattito tv in Iowa alla domanda "Qual e' il presidente americano che preferisce?", ma la candidata per la nomination democratica sta al gioco e risponde sorridendo: "Mi dispiace Obama, mi dispiace Bill... e' Abraham Lincoln"

"Voglio essere il presidente di tutti. Perche' questo e' cio' che un presidente deve fare". Lo ha detto Hillary Clinton in Iowa rispondendo a domande del pubblico sulle differenze con i repubblicani. Poi citando l'ex governatore di New York Mario Cuomo ha sottolineato: "In campagna elettorale si fa poesia, ma si governa in prosa".

"Gli insulti e le parole denigratorie" di Donald Trump "sono la parte piu' stressante di questa campagna". Lo ha detto Hillary Clinton nell'ultimo dibattito tv per i candidati alla nomination democratica prima del via alle primarie in Iowa. Rispondendo ad una domanda di una donna musulmana ha poi ripetuto che i commenti di Trump sui musulmani "non sono solo vergognosi e contrari ai nostri valori, ma anche pericolosi. I musulmani americani meritano di meglio"

"Ho l'esperienza e la capacita' di giudizio per fare il presidente". Lo ha detto il candidato per la nomination democratica Bernie Sanders durante l'ultimo dibattito tv prima delle primarie, rispondendo ad una domanda circa le parole del presidente Barack Obama che in una recente intervista ha sottolineato come fare il presidente imponga di non potersi concentrare su un tema soltanto. A questo proposito Sanders ha quindi ricordato il suo voto contrario all'intervento in Iraq.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA