Cisgiordania: ucciso un israeliano

Un altro è in gravi condizioni

Un soldato  israeliano è rimasto ucciso e altri due, fra cui un altro soldato, feriti gravi, in due attacchi compiuti stamani da un palestinese in Cisgiordania, che si è poi dato alla fuga ed è ricercato dagli israeliani. 

Prima ha accoltellato il soldato, poi gli ha rubato l'arma e ha sparato ai civili presenti sul posto dandosi subito alla fuga con un'auto. Così l'esercito israeliano ha ricostruito la prima parte dell'attentato ad opera di un palestinese, secondo i media, avvenuto all'incrocio di Ariel non lontano da Nablus in Cisgiordania.

"Il terrorista - ha proseguito il portavoce militare - ha continuato verso l'incrocio di Gitai Avishar dove ha sparato in direzione di una fermata di autobus".

Hamas da parte sua ha esaltato l'attentato, chiamandola "eroica operazione" di questa mattina in Cisgiordania dove un israeliano è stato ucciso e altri due feriti (e uno di questi versa in gravi condizioni) in un attentato ad opera, secondo i media, di un palestinese datosi poi alla fuga. "Un'operazione - ha scritto Hamas sul proprio sito - avvenuta in risposta ai crimini dell'occupazione israeliana e a quanto sta accadendo a Gerusalemme e sulla Moschea di Al-Aqsa". Anche la Jihad islamica - citata dai media - ha diffuso un comunicato dello stesso tenore.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
    TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

    Video ANSA