Etiopia: eletto il premier, 40enne dell'etnia Oromo

Ex ufficiale, Abiy è quarantenne riformatore

 Il parlamento dell'Etiopia ha eletto primo ministro un quarantenne dell'etnia Oromo, che anche per la sua appartenenza etnica raccoglie su di sé la speranza che si calmino le sanguinose proteste che dal 2015 travagliano il secondo Paese più popoloso dell'Africa.
    Abiy Ahmed, ex ufficiale dell'esercito e ministro per la scienza e la tecnologia, una fama di riformatore e di uomo che parla chiaro, è anche il primo politico Oromo a diventare primo ministro, ha preso il posto di Hailemariam Desalegn, che sull'onda della protesta si dimise a febbraio. Abiy è visto come figura potenzialmente unificante un Paese diviso e in subbuglio.
    Gli Oromo, che costituiscono l'etnia più numerosa con il 34,4% dei circa 100 milioni di etiopici, si sentono da sempre marginalizzati sia dal punto di vista economico che sociale. So o in gran parte gli Oromo a protestare in tutta l'Etiopia: un'onda lunga di proteste che ha provocato in oltre due anni almeno 1.000 morti, danni economici e disordini nei trasporti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA