Israele arresta Yusef, leader Hamas in Cisgiordania

Hammad ironizza: "Allah è grande e il coltello vincerà". Israele, Hamas vuole ritorno ad attacchi suicidi

Un palestinese è stato ucciso dall' esercito israeliano lungo la linea di demarcazione della striscia Gaza, presso el-Boureij. Lo riferiscono fonti mediche locali. Altri due palestinesi sono stati uccisi nei pressi di Hebron dopo aver accoltellato un soldato, ferito in modo lieve. Sale così a cinque il numero complessivo dei palestinesi uccisi oggi in scontri con l'esercito israeliano, a Gaza e in Cisgiordania.

Ban in Israele
. Il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon è arrivato stamattina a sorpresa in Israele dove incontrerà il premier Benyamin Netanyahu e domani il presidente dell'Autorità nazionale palestinese Abu Mazen allo scopo di ridurre le tensioni tra israeliani e palestinesi. Lo dice la Radio Militare israeliana

Israele arresta leader di Hamas. L'esercito israeliano ha arrestato la scorsa notte a Ramallah il leader politico e 'uomo immagine' di Hamas in Cisgiordania, lo sceicco Hassan Yusef. Secondo un portavoce dell'Esercito, ''ha incitato al terrorismo''. L'arresto si e' svolto senza incidenti.

La sfida di Hamas: "Questa intifada continuerà fino alla liberazione  di Gerusalemme, della Cisgiordania e della intera Palestina. Sosterremo l'intifada di Gerusalemme col nostro lavoro e col nostro sangue". Così Fathi Hammad, un dirigente di Hamas. Hammad ha ironizzato sulla paura degli israeliani per i coltelli degli attentatori palestinesi e ha detto: "Allah è grande e il coltello vincerà".

Intanto un altro dirigente di Hamas, Mahmud a-Zahar ha detto di augurarsi che le violenze in corso sfocino in una ''intifada armata''. In una intervista a un sito web islamico di Gaza ha aggiunto che a suo parere i palestinesi devono nella fase attuale ricorrere alle armi ''perche' e' appunto quello che i sionisti stanno facendo''.

Israele, Hamas vuole ritorno ad attacchi suicidi - Hamas ha ordinato da Gaza alle sue cellule In Cisgiordania di riprendere gli attacchi suicidi. Lo ha appreso radio Gerusalemme da imprecisate 'fonti israeliane'. A Gaza intanto Hamas continua a sostenere ''la intifada'', ma si astiene ancora dal ricorrere al suo potenziale militare.

Israele convoca ambasciatore francese per Spianata - Il ministero degli affari esteri israeliano ha convocato l'ambasciatore francese in Israele Patrick Maisonnave in quello che è stato definito un "confronto aspro" dopo la proposta francese di osservatori internazionali sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme. Lo ha fatto sapere in portavoce del ministero Emmanuel Nahshon. Nel colloquio Israele ha ribadito la sua netta contrarietà - come già detto dal premier Benyamin Netanyahu - alla proposta francese. "Israele si oppone - ha spiegato Nahshon illustrando quanto detto a Maissonave - ad ogni mossa che non sia coordinata e avanzata senza la sua partecipazione in temi che riguardano i suoi vitali interessi". L'ambasciatore francese - secondo Nahshon - ha obiettato che il suo paese sta passando in rassegna idee su quello che ha definito " uno stallo continuo nel processo di pace".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA