• Al via il nuovo Parlamento europeo, eurodeputati Brexit Party voltano spalle all'inno Ue

Al via il nuovo Parlamento europeo, eurodeputati Brexit Party voltano spalle all'inno Ue

Antonio Tajani ha aperto la plenaria

"Benvenuti al Parlamento europeo, la casa della democrazia l'unica istituzione europea eletta dai cittadini. Benvenuti, ciascun deputato rappresenta i suoi cittadini, buon lavoro ai neo eletti". Così Antonio Tajani aprendo la plenaria del nuovo Parlamento europeo e dando la parola alla musica con l'Inno europeo ed invitando allo stesso tempo ad alzarsi in piedi. "Alzarsi in piedi è una questione di rispetto non significa condividere l'Ue, anche quando si ascolta l'inno di un altro Paese ci si alza in piedi", ha poi detto Tajani riscuotendo un applauso da parte dell'emiciclo.

Gli eurodeputati britannici del Brexit party, la formazione ideata da Nigel Farage, sono rimasti seduti o hanno voltato le spalle durante l'esecuzione dell'Inno europeo che ha aperto la sessione inaugurale del nuovo parlamento europeo oggi a Strasburgo. A rimanere seduti anche alcuni parlamentari francesi del gruppo Identità e democrazia di cui fa parte la Lega. 

Non mostrerò rispetto per inni stranieri "che ci sono stati imposti". Lo ha detto ad Euronews Nigel Farage motivando il suo gesto oggi alla plenaria del Parlamento europeo con gli eurodeputati britannici del Brexit Party che hanno voltato le spalle durante l'esecuzione dell'inno europeo. Tajani - ha aggiunto Farage - "ha parlato di nazioni e così noi ci siamo alzati e abbiamo voltato le spalle, perché respingiamo il concetto che l'Ue sia definita una nazione". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA