Moavero: 'Frasi Di Maio su Francia sono parte del dibattito'

'Con Parigi confronto franco ma restiamo amici'

"Siamo abituati a un dibattito anche duro all'interno degli Stati, lo siamo meno su scala europea".  Così il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi ha commentato lo scontro diplomatico tra Francia e Italia dopo le dichiarazioni del vicepremier Luigi Di Maio che accusava la Francia di "colonialismo" in Africa. Dichiarazioni che, secondo Moavero, sarebbero "parte del dibattito che ci accompagnerà verso le elezioni europee: dobbiamo abituarci a questi toni".

"Il colloquio con (il collega) Le Drian è stato franco, estremamente aperto ed esplicito, da inquadrare nel quadro dei colloqui tra rappresentanti tra Paesi che restano amici e alleati", ha aggiunto Moavero dopo avere incontrato a Bruxelles il suo omologo francese, Jean-Yves Le Drian. "La percezione delle dichiarazioni è estremamente soggettiva - ha aggiunto Moavero -, quella francese è stata esplicitata dalle fonti che si sono già espresse".

"Forse ci dobbiamo abituare a questo dibattito anche nei toni e nei temi, verso le Europee. C'è un grande dibattito in Ue, su come dovrebbe essere. Ci sono visioni diverse che si confrontano negli Stati e fra gli Stati. Quello a cui siamo più abituati è il dibattito anche aspro, anche duro, negli Stati, siamo meno abituati a vederlo su scala europea. Queste elezioni ci stanno portando in quel terreno, in questo senso si realizza lo spazio pubblico europeo", ha spiegato il ministro degli Esteri.

Comunque, ha aggiunto Moavero, "è giusto che l'Europa si interroghi sul suo passato".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA