In Germania la polizia a caccia dei genitori se fanno saltare scuola

Multe salate a chi fa marinare lezioni ai figli per la vacanza

Fare "ponte" a scuola o partire prima di un giorno di ferie per approfittare di un volo scontato? In Germania non si può, o almeno non conviene. Chi fa questa scelta, infatti, incorre in multe severe, come accaduto in questi giorni alle famiglie beccate dalla polizia in diversi aeroporti.

L'accusa: volevano far marinare la scuola ai loro figli. Nei giorni precedenti alle tradizionali vacanze di Pentecoste, in Baviera, la polizia ha fermato in aeroporto diverse famiglie che viaggiavano con bambini senza il permesso di esonero scolastico: e questo comportamento può costare multe da 50 a 2500 euro, a seconda dei Laender, come spiega oggi la Bild. Solo nell'aeroporto di Norimberga la polizia ha fermato 10 famiglie, colpevoli di aver fatto saltare la scuola ai propri figli.

Le vacanze di Pentecoste in Germania sono per tradizione un momento di vacanza scolastica che però viene sfruttato dai genitori in modo più ampio del previsto contravvenendo alle regole sull'obbligo scolastico. Partire senza autorizzazione può dunque costare caro.

Ma chi ha ragione, si chiede il tabloid? Il sistema scolastico che prevede una sanzione in caso di assenza ingiustificata o i genitori che vogliono risparmiare? Portare un certificato medico per giustificare un'assenza per vacanze non è buon esempio per i bambini, e quindi è giusto multare i genitori, d'altra parte il sindacato di polizia lamenta 22 milioni di ore di straordinario e non c'è motivo di aggiungere a questo monte-ore anche la caccia alle famiglie di vacanzieri in aeroporto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA