Tecnopoli E-R,dove la ricerca incontra l'impresa

Regione lancia rete per il futuro grazie ai fondi dell'Europa

La rete dei Tecnopoli dell'Emilia-Romagna è composta da 10 infrastrutture in 20 sedi.
Lo scopo di questi centri, realizzati dalla Regione con il Programma operativo Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale) 2007-2013 è quello di far incontrare ricerca e imprese. Nei Tecnopoli hanno trovato spazio 37 laboratori della Rete Alta Tecnologia e 14 centri per l'innovazione, strutture create per promuovere la conoscenza e il trasferimento tecnologico al sistema produttivo, con il coinvolgimento di oltre 1.700 ricercatori, di cui oltre 600 giovani neo-assunti. Per realizzare le infrastrutture della rete dei Tecnopoli sono stati destinati investimenti per 42,4 milioni di euro, di cui 27,5 milioni di euro di contributo. Al completamento dei programmi di ricerca sono stati destinati 85 milioni di contributo, per un investimento complessivo di 151 milioni. Nei tecnopoli le imprese trovano anche assistenza per partecipare a bandi pubblici e finanziamenti europei oltre a spazi di coworking, percorsi di incubazione, fab lab e servizi a supporto dello sviluppo delle idee imprenditoriali per la nascita o la crescita di start-up. All'interno dell'attuale programmazione 2014-2020, sono 134,18 milioni di euro le risorse Por Fesr destinate alla ricerca e all'innovazione e in particolare al rafforzamento competitivo dell'ecosistema regionale dell'innovazione di cui i Tecnopoli sono parte integrante.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA