Usa: 'ciclone bomba', dopo la neve arrivato il gelo record

Cancellati migliaia voli sulla costa Est. Le autorità consigliano comunque di contattare le compagnie

Negli Usa fa più freddo che su Marte. Passata la tempesta 'ciclone bomba', che ha portato neve e venti da uragano sulla costa orientale degli Stati Uniti, causando la morte di sette persone, e' arrivata l'ondata di freddo artico. Sull'osservatorio meteorologico del Mount Washington, in New Hampshire, il termometro ha toccato i -37 gradi centigradi (senza contare l'effetto del vento). Come afferma il sito The Atlantic, in alcune zone del paese fa più freddo che sul Pianeta Rosso: secondo gli ultimi dati di Curiosity, infatti, il 20 dicembre 2017 e' stata registrata su Marte una temperatura massima di -23 gradi. Negli Stati Uniti sono stati cancellati oltre 5.000 voli, di cui più di due terzi a Boston e New York. Nella Grande Mela lo scalo internazionale Jfk ha riaperto alle 7 del mattino (ora locale), ma sono attese altre cancellazioni e ritardi a causa del ghiaccio che si e' formato sulla pista.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA