Migranti, Ue a Italia: 'Raccolta impronte anche con uso forza'

Commissario Ue: 'Italia ora più veloce'. Bruxelles:'Aprire subito 2 hotspot'. Mattarella: 'Non chiudere le porte'. 'Paura e crisi alimentano movimenti anti-Ue'. 'Russia mostra volontà di collaborazione'

Arrivano fondi ad hoc per finanziare gli straordinari del personale impegnato nell'identificazione degli immigrati. E' quanto prevede un emendamento alla legge di Stabilità approvato dalla commissione Bilancio che punta a ''razionalizzare le risorse finanziare disponibili e l'ottimizzazione del personale nei procedimenti per cittadinanza, immigrazione,asili"

Bruxelles chiede all'Italia "un'accelerazione" nel "dare cornice legale alle attività di hotspot, in particolare per permettere l'uso della forza per la raccolta delle impronte e prevedere di trattenere più a lungo i migranti che oppongono resistenza". E' quanto si legge rapporto della Commissione Ue sull'Italia che l'ANSA è in grado di anticipare.

Commissario Ue, Italia ora più veloce  - Sulla gestione dei migranti "non ci sono tensioni fra Europa e Italia, questa procedura è iniziata due anni fa" e rileveremo "in breve periodo la situazione reale". Così il commissario Ue Dimitris Avramopoulos alla presentazione del libro del ministro Alfano: "Ora l'Italia sta andando velocemente e voglio lodare pubblicamente Alfano". "Dobbiamo porre rimedio a una problematica a cui c'è una soluzione", ha detto il commissario Ue all'Immigrazione e agli Affari Interni, che ha chiarito che i rilievi nel rapporto sulle migrazioni riguardano anche "Malta, Cipro e Grecia", ma appunto sui due anni passati. "Tutti i paesi sono stati colti con sorpresa" dagli eccezionali flussi migratori recenti, ha aggiunto Avramopoulos, confidando ora in una risposta più rapida. Il commissario Ue, nel corso della presentazione del libro del ministro dell'Interno, ha sottolineato con soddisfazione il lavoro del Viminale. E ha poi detto di condividere anche l'analisi fatta dal ministro sul terrorismo e i rapporti con l'Islam nel suo libro. "La minaccia non è l'Islam - ha detto -, anzi abbiamo bisogno dell'Islam" per combattere l'estremismo".

Migranti: Ue a Italia, aprire subito 2 hotspot - "Malgrado i sostanziali incoraggiamenti" della Commissione Ue, "solo uno dei sei hotspot designati è pienamente operativo, a Lampedusa. La Commissione si aspetta che altri due centri, Pozzallo e Porto Empedocle siano aperti a giorni": così il rapporto di Bruxelles sull'Italia che sarà pubblicato domani.

Migranti: Mattarella, non chiudere le porte - "Chiudere le porte di fronte a 'queste masse di esseri umani' che fuggono da guerre, fame ed oppressione, equivale a cancellare conquiste civili e sociali faticosamente raggiunte". Così il capo dello Stato Sergio Mattarella intervenendo davanti al corpo diplomatico al Quirinale.

Mattarella,paura e crisi alimentano movimenti anti-Ue - "Alimentati dall'insoddisfazione economica, dalla crescente instabilità ai suoi confini e dai timori per la sicurezza, hanno guadagnato peso crescente movimenti di opinioni che mettono in discussione il percorso di integrazione europea addebitandole disagio sociale e incertezze". Lo dice il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Mattarella, Russia mostra volontà di collaborazione -"Nella situazione di oggettiva difficoltà e di ostacoli che permangono, la Federazione Russa sta mostrando una rinnovata volontà di collaborazione su temi importanti come la stabilizzazione della Siria e la lotta al terrorismo di matrice fondamentalista". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella incontrando il Corpo Diplomatico.

Alfano, ok a bozza Ue, ma con rimpatri - Ok alla bozza della Commissione europea sui migranti, "ma con rimpatri. La linea italiana è che hotspot, delocation e rimpatri vadano insieme". Lo ha detto, a quanto spiegano fonti del Viminale, il ministro dell'Interno Alfano nel corso dell'incontro con il commissario europeo Avramapoulos.

 

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA