Soldati ucraini sparano su convogli Osce

Ispettori lasciano la zona vicino Donetsk per motivi sicurezza

 La Germania "è consapevole" del fatto che "la sicurezza in Europa, almeno nel lungo termine, non possa esser garantita senza la Russia". Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel in visita in Polonia.

Dialogo con Mosca ma no alla legge del più forte "Le sanzioni non sono un obiettivo in sè e dobbiamo mantenere il dialogo con la Russia", ma "il principio della legge del più forte non e accettabile". Lo ha detto la cancelliera della Germania, Angela Merkel, a una cerimonia in occasione dei 25 anni dalla riconciliazione polacco-tedesca a Krzyzowa

Soldati ucraini hanno sparato contro un convoglio di osservatori Osce nell'est ucraino ieri vicino a Marinka, località controllata da Kiev, 15 km a est di Donetsk, roccaforte dei separatisi filorussi. Lo rende noto oggi la missione dell'Osce, precisando che gli ispettori hanno lasciato la zona per motivi di sicurezza.

Onu, quasi mille morti da cessate il fuoco settembre - Quasi mille persone sono state uccise nell'est dell'Ucraina dall'inizo del cessate il fuoco, lo scorso 6 settembre, ed il totale delle vittime dallo scoppio del conflitto a metà aprile è salito ad "almeno 4.317", cui si sommano 9.921 feriti. Lo afferma l'Ufficio dell'Alto commissario Onu per i diritti umani.

Biden oggi a Kiev,domani vede Poroshenko e Iatseniuk
Il vicepresidente Usa John Biden è atteso oggi pomeriggio a Kiev, dove domani ha in programma di incontrare il presidente ucraino Petro Poroshenko e il premier Arseni Iatseniuk. Lo rende noto l'ambasciata Usa. A Kiev Biden sarà accompagnato da Victoria Nuland, assistente del Segretario di Stato per gli affari europei ed eurasiatici, e dalla moglie, che insieme a quella di Poroshenko incontrerà i profughi e i militari feriti nel conflitto nell'est del Paese contro i separatisti filorussi. Nei suoi incontri, scrive l'ambasciata Usa sul proprio sito, Biden si congratulerà per il successo democratico delle recenti elezioni parlamentari, sottolineerà la necessità di accelerare la formazione di un nuovo governo (non ancora varato a quasi un mese dal voto) e parlerà delle attuali violazioni russe del protocollo di Minsk sul conflitto nell'est. L'incontro con Iatseniuk è previsto domani mattina. Seguirà il faccia a faccia con Poroshenko, a porte chiuse. I due faranno una dichiarazione congiunta alla stampa. Biden chiuderà la sua visita partecipando ad una tavola rotonda con la società civile sulle sfide per combattere la corruzione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA