Repubblica Ceca: sparatoria in ospedale, 6 morti

Diversi i feriti. Il killer si è ucciso

Strage in un ospedale universitario di Ostrava, nel nord della Repubblica Ceca, dove 6 persone sono rimaste uccise e diverse ferite in seguito ad una sparatoria. A fornire il bilancio delle vittime è stato il ministro dell'interno Jan Hamacek, mentre non è ancora chiara la dinamica dell'accaduto. Quel che è certo è che il killer, un uomo alto un metro e ottanta con un giubbotto rosso, si è tolto la vita. L'ospedale è stato evacuato. 

L'aggressore si è suicidato sparandosi alla testa: il corpo è stato trovato dagli agenti. La polizia indaga sull'identità dell'uomo, che ha sparato nella sala d'attesa del reparto di traumatologia dell'ospedale di Ostrava. Secondo le prime informazioni, avrebbe agito per motivi personali. L'uomo era in possesso dell'arma illegalmente, secondo quanto ha chiarito la polizia, che non è ancora in grado di stabilire se avesse problemi psichiatrici. La strage è avvenuta alle 7.15: quattro persone sono morte immediatamente, con dei colpi alla testa, due sono decedute successivamente, per le ferite riportate.

 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA