Hong Kong: scontri fra sostenitori riforme e filogovernativi

Fra sostenitori riforme e filogovernativi. Polizia riporta calma

    Scontri in mattinata a Hong Kong durante una manifestazione di centinaia di dimostrati filogovernativi che si erano radunati in un centro commerciale della metropoli sventolando bandiere cinesi e gridando slogan a sostegno del governo.
    La situazione è degenerata nel mall di Amoy Plaza, nel distretto di Kowloon, quando sostenitori delle riforme pro-democrazia hanno organizzato una contro-protesta e tra le due fazioni sono prima volati gli insulti e poi i pugni, mentre alcuni fra le file dei sostenitori delle riforme prendevano a colpi di ombrello i loro rivali.
    La situazione è ritornata alla calma solo dopo l'intervento della polizia, che secondo alcuni testimoni ha arrestato un numero imprecisato di persone.
   Questa settimana gli Open di tennis di Hong Kong, in programma il 5 ottobre, sono stati rinviati a tempo indeterminato a causa delle proteste in corso nell'ex colonia britannica. Lo riferisce la Bbc. "Alla luce della situazione attuale, l'evento non avrà più luogo", hanno dichiarato la Hong Kong Tennis Association e la Women's Tennis Association (WTA) in una nota, spiegando che si lavora per trovare una data successiva al torneo, che ogni anno richiama "migliaia di tifosi locali e stranieri", e che in passato ha ospitato tenniste del calibro di Caroline Wozniacki e Serena Williams.
    L'Hong Kong Tennis Open era in programma a Victoria Park, un vasto spazio verde con campi da gioco, campi da basket e da tennis, che però è diventato il punto di incontro di molte delle marce antigovernative di Hong Kong.
    E nuove proteste sono in programma anche domani: la polizia ha negato il corteo in programma domenica, ma si prevede che si svolgerà comunque.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA