A Londra telecamere anti-crimine

Ft, vasto test da Grande Fratello. Ma scoppia la polemica

Un vasto esperimento, che ricorda l'inquietante Grande Fratello di George Orwell, è in corso nelle strade di Londra. Secondo il Financial Times, la polizia della capitale britannica, sfruttando la più fitta rete di telecamere a circuito chiuso (cctv) per la sorveglianza al mondo, sta analizzando le immagini raccolte in alcune zone con la nuova tecnologia del riconoscimento facciale, al fine di migliorare la sicurezza e contrastare il crimine. Si è però scatenato un forte dibattito e sono state anche avviate cause in tribunale, da parte di privati e gruppi per la difesa della privacy che denunciano la violazione di diritti fondamentali, per di più in una democrazia. La metropoli sul Tamigi ha il maggior numero di telecamere di sorveglianza per ogni mille abitanti, ben 50, seguita da Washington con poco più di 40 e Pechino con poco più di 20. In termini assoluti si contano 420 mila "occhi" puntati sui londinesi, contro i 470 mila della capitale cinese (che ha però oltre il doppio degli abitanti).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA