Cnn fa causa a Trump per ritiro credenziali a reporter

A Jim Acosta vietato l'ingresso alla Casa Bianca

La Cnn fa causa a Donald Trump per aver ritirato le credenziali al suo corrispondente dalla Casa Bianca Jim Acosta, vietandogli di fatto l'ingresso. Lo rende noto la stessa rete televisiva.

Oltre che al presidente americano la causa, presentata di fronte alla corte distrettuale federale di Washington Dc, è stata intentata anche contro diversi funzionari della Casa Bianca, dal capo dello staff John Kelly alla portavoce Sarah Sanders. L'accusa mossa dalla Cnn è quella di aver violato il primo e quinto emendamento della Costituzione, quelli che proteggono la libertà di parola e di stampa, Chiede quindi che Jim Acosta ottenga nuovamente e immediatamente le sue credenziali da corrispondente, quell'hard pass che viene rilasciato dal Secret Service dopo i controlli del caso. Il ritiro delle credenziali ad Acosta era stato deciso dalla Casa Bianca dopo il battibecco tra il giornalista e il presidente americano nel corso della conferenza stampa seguita al voto delle midterm.

Acosta aveva posto insistentemente una domanda sulla carovana di migranti a Trump e quest'ultimo aveva perso le staffe definendo il reporter "maleducato e nemico del popolo", mentre una stagista in servizio nella East Room cercava di strappare il microfono al giornalista. Nei giorni scorsi Trump ha anche minacciato di ritirare le credenziali ad altri corrispondenti della Casa Bianca, quelli che a suo dire non rispettano il presidente. 

La Casa Bianca "si difenderà con forza" contro la causa intentata dalla Cnn. "E' solo un altro mettersi in mostra da parte della Cnn", ha detto la portavoce Sarah Sanders, accusando Acosta di aver "rifiutato fisicamente di cedere il microfono ad una stagista" dopo aver fatto due domande a cui il presidente aveva risposto, impedendo così agli altri colleghi di fare le loro. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA