Springsteen contro Trump: 'Sessions blasfemo'

Mondo entertainment contro politica migranti Casa Bianca

 La linea dura della Casa Bianca contro l'immigrazione illegale ha provocato una alzata di scudi nel mondo dell'entertainment. A Broadway, Bruce Springsteen ha condannato come "disumana" la scelta dell'amministrazione di separare alla frontiera bambini migranti dai loro genitori.
    Cambiando per una sera il copione del suo show, "The Boss" ha accusato il ministro della Giustizia Jeff Sessions e la portavoce di Donald Trump, Sarah Sanders, di aver profanato la Bibbia quando hanno invocato San Paolo a giustificazione della nuova linea dura. Springsteen non e' il solo vip dello spettacolo scioccato dalla tolleranza zero nella crisi migratoria e per come questa crisi viene raccontata nell'universo alternativo di Fox News, la rete televisiva preferita da Trump. Dopo il creatore di "Family Guy" Seth McFarlane, anche Steve Levitan, co-autore della serie "Modern Family", si e' detto "'disgustato di lavorare per una societa' che ha a che fare con Fox News'. Entrambi gli show sono nati all'interno della Fox

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA