Brexit, Gb pagherà 42 mld entro 2064

Analisti governo Londra formalizzano stime del conto di divorzio

Il Regno Unito calcola di dover versare all'Ue come conto di divorzio della Brexit una cifra pari a 37,1 miliardi di sterline (poco meno di 42 miliardi di euro al cambio attuale), spalmata fra il 2019 e il 2064. Lo comunica l'Office for Budget Responsibility (Obr), organismo governativo indipendente che agisce al fianco del Tesoro britannico per fornire analisi e calcoli, a margine del Discorso di Primavera sullo stato dell'economia del Regno e sui conti pubblici tenuto alla Camera dei Comuni in toni ottimistici dal cancelliere dello Scacchiere, Philip Hammond. L'Obr ritiene che ormai vi sia "sufficiente chiarezza" per indicare una cifra esatta. Il calcolo comprende 16,4 miliardi di sterline che Londra dovrà versare a Bruxelles nel 2019-2020 per garantirsi lo status quo nella fase di transizione attraverso il pagamento di contributi analoghi a quelli previsti per i Paesi membri dell'Ue. Altri obblighi rilevanti ammonteranno a 18,2 miliardi fra 2021-28, con residue passività nette pari a 2,5 miliardi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA