Schulz all'Spd: 'Andiamo al governo'. Ma il partito è diviso

Il leader socialdemocratico chiede 'coraggio'

 "Sono convinto che la strada coraggiosa sia quella giusta. E penso che non farà male, ma rafforzerà il partito". Lo ha detto Martin Schulz, chiedendo ai delegati dell'Spd a Bonn di votare a favore delle trattative di governo per la Grosse Koalition con Angela Merkel. Un'Spd che accoglie questa sfida "non ne uscirà danneggiata, sarà di nuovo votata e potrà di nuovo vincere", ha aggiunto.
"Il documento uscito dai colloqui esplorativi è un manifesto per una Germania europea", ha detto Schulz sottolineando che "lo spirito del neoliberalismo deve finire in Europa e questo possiamo ottenerlo". "Se non ce ne occupiamo noi non lo fa nessuno", ha detto.

"Io non credo che le nuove elezioni siano la strada giusta per noi", ha sottolineato Schulz spiegando che "governare e rinnovarsi non sono in contraddizione fra loro". Schulz ha ribadito che l'Unione della Merkel respinge la strada di un governo di minoranza: "Tutti devono sapere che oggi la scelta è fra Grosse Koalition e il ritorno al voto", ha chiarito.
   
Leader giovani Spd, votiamo no al governo con Merkel  - "Dobbiamo essere nani oggi per essere di nuovo giganti domani": lo ha detto il leader dei giovani dei socialdemocratici dello Juso, Kevin Kuhnert, parlando al congresso della Spd a Bonn. "I temi comuni con l'Unione sono stati esauriti", ha aggiunto, esortando l'assemblea del congresso di partito a votare contro la Grosse Koalition con Angela Merkel.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA