Pistorius, in appello pena raddoppiata

In carcere per 13 anni per l'omicidio della fidanzata, in primo grado era stato condannato a 6 anni

Oscar Pistorius è stato condannato in appello a 13 anni e 5 mesi di carcere per l'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp. In primo grado l'ex campione olimpico era stato condannato a sei anni.

E' la seconda volta che i procuratori si erano rivolti all'Alta Corte d'appello per sfidare la sentenza di primo grado, ritenuta troppo lieve.

Pistorius ha già scontato un anno di detenzione. L'ex velocista sudafricano aveva ucciso la fidanza Reeva in giorno di San Valentino del 2013 sparandole nella loro abitazione. La sua difesa aveva sostenuto che pensava si trattasse di una rapina. In primo grado Pistorius era stato inizialmente condannato per omicidio colposo, ma in seguito la condanna era stata tramutata in omicidio volontario.

I genitori di Reeva Steenkamp, ha reso noto l'avvocato della fmiglia, Tania Koen, "sentono che è stata fatta giustizia. Adesso può riposare in pace". La famiglia Steenkamp ha assistito al verdetto della corte d'appello in tv, visibilmente 'commossa', ha aggiunto il legale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA