El Salvador: 30 omicidi in 24 ore

La violenza delle 'maras' compromette riduzione morti violente

Durante la giornata di mercoledì scorso si sono registrati 30 omicidi nel Salvador, la metà dei quali sono legati alle attività delle "maras", le temibili gang di delinquenti che controllano intere zone urbane del paese centroamericano.
    Il comandante della polizia nazionale, Howard Cotto, ha detto alla stampa che delle 30 vittime 17 erano probabilmente membri di una qualche gang, e ha raccontato i dettagli delle 24 ore di sangue e violenza che ha vissuto il Salvador.
    Nei due casi con maggiore numero di vittime, 9 persone sono state uccise durante una sparatoria fra gang rivali a San Martin, a una cinquantina di kilometri da San Salvador, e altre 6 sono morte in uno scontro fra delinquenti e guardie giurate nel centro della capitale. Il Salvador è uno dei paesi con maggiore tasso di omicidi al mondo, insieme al suo vicino centroamericano, l'Honduras, con 103 e 81,7 casi ogni 100 mila abitanti nel 2015 e il 2016, rispettivamente, secondo dati delle Nazioni Unite.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA