Brasile: Lula, potrei tornare presidente

Secondo ex capo di Stato attacco magistrati può favorirlo

"A partire da adesso, se mi arrestano divento un eroe. Se mi ammazzano, divento un martire.
    E se mi lasciano libero divento presidente di nuovo": lo ha detto l'ex presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva.
    Secondo Lula, l'accompagnamento coatto disposto venerdì scorso nei suoi confronti dalla polizia ha avuto un effetto positivo più che negativo sull'attuale governo e sul suo Partito dei lavoratori (Pt), il più colpito dall'inchiesta sui fondi neri Petrobras. L'ex capo di Stato ieri ha incontrato di nuovo la presidente Dilma Rousseff e oggi a Brasilia vede il presidente del Senato, Renan Calheiros, per cercare di convincerlo a prendere le distanze dal processo di 'impeachment' contro Rousseff.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA