Russia: morti i 36 minatori in Artico

Tre esplosioni nei giorni scorsi hanno causato crolli gallerie

Trentasei persone sono state date per morte nella miniera di carbone di Vorkuta, nell'Artico russo, dove tre esplosioni, avvenute nei giorni scorsi e dovute a fughe di gas, hanno causato dei crolli. Lo riferiscono i servizi di emergenza russi, precisando che tra le vittime ci sono anche 5 soccorritori. Il direttore della miniera, Denis Paikin, ha detto oggi che, dati il livello di gas nelle gallerie e la traiettoria delle fiamme, che continuano a divampare, tutti i dispersi sono presumibilmente morti. Al momento dell'esplosione, nella miniera si trovavano 110 minatori. Circa 80 sono stati tratti in salvo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA