Obama estende tutela privacy a stranieri

Per rafforzare fiducia dopo rivelazioni ex talpa Snowden

   Il presidente Usa Barack Obama ha firmato una legge che estende la protezione della privacy "non solo ai cittadini americani ma anche a quelli stranieri" dei Paesi alleati, che potranno fare causa al governo degli Stati Uniti se i loro dati saranno svelati in modo illegale. Lo rende noto la Casa Bianca.
   Denominata 'Judicial Redress act bill', la legge, che aveva avuto un largo sostegno bipartisan al Congresso, è volta di fatto a ricostruire la fiducia tra gli alleati europei dopo lo scandalo del Datagate, i controlli di massa della Nsa denunciate dalla 'talpa' Edward Snowden.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA