Uganda: arrestato leader opposizione

Più volte in manette, Besigye denuncia brogli alle presidenziali

Kizza Besigye, il principale leader dell'opposizione ugandese, è stato di nuovo arrestato oggi dalla polizia mentre cercava di lasciare la sua casa vicino Kampala, dove era agli arresti domiciliari. Besigye voleva recarsi alla sede della commissione elettorale a Kampala per cercare di ottenere copie dettagliate dei risultati elettorali. La commissione elettorale aveva annunciato sabato che le elezioni sono state vinte dal presidente Yoweri Museveni con oltre il 60 per cento dei voti, mentre Besigye ha ottenuto il 35 per cento. Besigye, che è stato arrestato più volte la scorsa settimana e messo agli arresti domiciliari, ha denunciato brogli elettorali. Il leader dell'opposizione ugandese ha anche dichiarato di voler presentare una petizione alla Corte suprema del paese e di aver quindi bisogno di raccogliere prove.
    Dopo l'arresto Besigye, secondo quanto riferisce Ssemujju Nganda, un portavoce del partito di Besigye, il Forum per il cambiamento democratico, è stato portato in un luogo sconosciuto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA