Europol, 10.000 bimbi migranti scomparsi in Europa

Rapporto agenzia polizia Ue, molti esposti alla prostituzione

Almeno 10.000 bambini entrati in Europa come migranti negli ultimi due anni sono scomparsi nel nulla, secondo Europol, l'agenzia di intelligence delle polizie dell'Unione europea, che lancia un allarme per i minori, soprattutto quelli che arrivano in Europa non accompagnati, particolarmente esposti allo sfruttamento sessuale.

Secondo l'ong per i diritti dell'infanzia Save the Children, nel solo 2015 sono arrivati in Europa come migranti oltre 26.000 minori non accompagnati.

"Non è fuori luogo sostenere che si tratta di oltre 10 mila bambini", ha confidato Europol all'Observer, il domenicale del Guardian. "Non tutti sono finiti nelle reti di sfruttamento criminale: alcuni potrebbero essere stati affidati alla custodia di parenti. Semplicemente non sappiamo dove siano, cosa stiano facendo e con chi siano".

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA