Terremoto 8.2 in Cile, e Giappone teme tsunami

Diversi feriti. Onde alte 1,8 metri sulle coste settentrionali. Rientrato sos tsunami Allarme anche per Perù ed Ecuador

   (ANSA) - SANTIAGO DEL CILE, 2 APR - Fortissimo terremoto in Cile. La scossa, seguita da un lungo sciame sismico, poco prima delle 21ha colpito il nord del Paese e ha subito fatto scattare un'allerta tsunami durata dieci ore centinaia di migliaia di cileni hanno trascorso una notte da incubo. Tanta paura in tutto il Paese e un bilancio ormai quasi certo di sei morti.  Puntualmente, poco dopo la violenta scossa (magnitudo 8.2), le prime onde - alcune alte anche circa 2 metri - si sono abbattute sulle spiagge di località quali Iquique, 1.800 km da Santiago. L'epicentro del terremoto è stato individuato proprio al largo di questa città di 250 mila persone, a 20,1 km di profondità del Pacifico. E la paura attraversa l'Oceano Pacifico e arriva in Giappone, dove l'agenzia meteo (Jma) ha emesso un "avviso di attenzione" (Chui huo) di secondo livello, per uno tsunami di un metro.


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA