Rossi-Lorenzo, pace armata a presentazione nuove Yamaha

I due piloti si stringono la mano, ma non si guardano

Si sono stretti la mano, ma non si sono guardati. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo hanno oggi presenziato, ignorandosi, alla cerimonia di presentazione a Barcellona delle nuove M1 Yamaha con cui correranno il Motomondiale 2016. I piloti sono poi saliti in sella alle rispettive moto, sorrisi di circostanza per i flash dei fotografi. Per i due campioni, i numeri di sempre: 46 per Valentino e 99 per il suo compagno-rivale spagnolo.

"Quest'anno - ha detto Rossi -  sarà quasi come cominciare da zero, nel senso che abbiamo tante novità sulla moto, dalle gomme all'elettronica, ma cercheremo di essere pronti per l'inizio della stagione. In Qatar sarebbe bello cominciare con una vittoria, come nel 2015. L'anno scorso abbiamo fatto una grande partenza, non so se riusciremo a farla anche quest'anno - ha aggiunto Rossi -. Dovrò fare un grande sforzo per restare allo stesso livello degli ultimi due anni. L'anno scorso sono stato competitivo in quasi tutti i circuiti, il mio obbiettivo è di tornare a esserlo anche quest'anno. E' da vedere poi se riuscirò anche a vincere". Rossi ha confermato il suo entusiasmo di sempre, "il feeling con la moto, la voglia di correre e di trovare tutti gli aggiustamenti necessari rimangono gli stessi, e così pure la motivazione e la concentrazione. I rivali però sono molto forti". ''Mi piacerebbe continuare a correre con la Yamaha anche dopo il 2016, bisogna vedere come andrà la stagione e la mia voglia''. Nel giorno della presentazione della nuova Yamaha M1, Valentino Rossi, ammette di voler continuare a correre anche nel 2017. ''Penso - aggiunge il pesarese - che finirò la mia carriera con la Yamaha e penso che sia giusto così, nel caso volessi continuare spero mia diano la moto''

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA