Intermonte, in 9 mesi Pir battono Etf

Il 2017 appare come anno d'oro per mid-smal caps italiane

(ANSA) - MILANO, 27 SET - Nei primi 9 mesi di vita dei Pir la gestione attiva "batte gli Etf con un bel margine". E' quanto emerge da un Focus realizzato da Guglielmo Manetti, vice direttore generale di Intermonte Advisory e Gestione.
    Anche grazie ai Pir il 2017 si sta delineando come un "anno d'oro per le piccole e medie imprese italiane quotate". Il Focus di Intermonte divide l'anno in 2 periodi ben distinti: i primi 3-4 mesi è stato il periodo "della rincorsa all'asset class mid-small caps Italia, seguendo un classico trend anticipatorio sulla scia dell'entusiasmo legato alle prospettive e al lancio dei Pir". Dal secondo trimestre a oggi i flussi dai Pir continuano ad arrivare, e si sono anzi "intensificati grazie al lancio di nuovi prodotti. È chiaramente accompagnato da un aumento dei volumi intermediati su tutte le mid-small caps, e ulteriormente alimentato da Ipo".
    Intermonte ritiene che "grazie anche la crescente offerta di Ipo, come ulteriore beneficio indotto dai Pir, la forbice tra gestioni attive e passive su mid-small caps dovrebbe continuare ad allargarsi".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who