Pensioni, Boeri: 'Con uscita 'quota 100' si perde anche 21%'

500 euro mese su una pensione lorda di 30mila euro annui

Il presidente dell'Inps, Tito Boeri, in una audizione alla Commissione Lavoro della Camera. Si può arrivare a un risparmio di 300 milioni l'anno se si riduce la soglia per l'intervento sulle pensioni d'oro a 78.000 euro lordi dai 90.000 attuali, ha detto Boeri. Un altro modo per aumentare i risparmi e arrivare a quanto annunciato dal Governo (un miliardo in tre anni, ndr) è il blocco della perequazione per le prestazioni superiori a sei volte il minimo (3.000 euro al mese) su modello dell'intervento del Governo Letta.

Gli interventi del Governo sul sistema previdenziale potrebbero costare 140 miliardi nei primi 10 anni, ha detto ancora Boeri spiegando che, dal 2046 in poi, la spesa dovrebbe scendere perchè le persone saranno andate in pensione in anticipo e con assegni più bassi rispetto a quelli che avrebbero ottenuto andando a riposo con le regole attuali. Il calcolo è legato all'introduzione della quota 100, al blocco immediato dell'adeguamento dell'aspettativa di vita sui contributi necessari alla pensione anticipata e al blocco dopo il 2019 dell'adeguamento sull'età di vecchiaia.

Con uno stipendio di 40.000 euro annui e una pensione retributiva fino al 2011, poi contributiva, andando in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi invece che a 67 anni come previsto dal 2019 per la pensione di vecchiaia (e versando i contributi) si potrebbero ricevere circa 30.000 euro l'anno. Rinunciando a 500 euro (-21%) che si avrebbero se si lavorasse ancora 5 anni. Lo calcola Tito Boeri che ha ricordato che, chi esce 5 anni in anticipo, percepisce, a fronte di una pensione di 30.000 euro l'anno, circa 150mila euro in 5 anni e non versa contributi.

M5S accusa Tito Boeri di fare politica avendo indicato nella sua relazione sulle pensioni d'oro valutazioni su quota 100. "E' una vergogna - ha detto Davide Tripiedi - che nella Relazione ci siano numeri su quota 100" sulla quale non era stata richiesta l'audizione. "C'è qualcosa che non va. Non voglio dire che il presidente Inps viene in questa aula a fare comizi politici - ha aggiunto - ma quando viene a dire che il lavoratore che va in pensione con 38 anni di contributi è un elettore....

Tripiedi, nel suo intervento, ha ricordato che "abbiamo fatto battaglie per avere un principio di equità nel sistema pensionistico perchè non è accettabile - ha sottolineato - che un muratore a 67 anni stia sulle impalcature ed è inaccettabile che un presidente dell'Inps venga in Commissione a dire che è un elettore".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who